Notizie

Grande festa e grande emozioni al Kronplatz con l’Energiapura Children e Kids Series

Grande festa e grande emozioni al Kronplatz con l’Energiapura Children e Kids Series
A volte lo sport riesce a vincere e a essere protagonista anche se non viene direttamente praticato. È quanto accaduto ieri a San Vigilio di Marebbe dove Energiapura ha organizzato le premiazioni del Children e Kids Series. Il team di Coppa del Mondo con in testa Willi e Danny Kastlunger hanno fatto le cose in grande perché solo questo sanno fare!

Della serie “Attenti a quei 2”: Danny e Willy Kastlunger, i pilastri di Kronplatz Ski World Cup, per l’occasione organizzatori di Energiapura Children e Kids Series

È stata l’occasione per presentare al pubblico molti partner presenti all’evento che seguono questo settore con molto impegno e interesse, segno inequivocabile che il settore è decisamente vivo! Come Sidea, azienda di Technogym che ha creato attrezzi per la preparazione fisica particolarmente indicati per lo sci. O Vola, azienda produttrice di attrezzi per la preparazione degli sci.

E così pure la ben nota Onesporter di Andrea Lazzaro, Self Made Club in partnership con Flowe con l’influencer Riccardo Zanetti e Andrea De Carlo. E Zero C02 rappresentata per ‘occasione da Pietro Mazzoleni , per finire con Forst.

Con la ritmica cadenza imposta dal cerimoniere Stefano Ceiner il programma di certo non breve, è scivolato via in un attimo, grazie anche al ritmo incessante di bei momenti, tra emozioni, battute e approfondimenti. Non può che essere soddisfatto Alberto Olivetto patron dell’azienda vicentina affiancato da Michele Dalla Bona e Giuseppe “Gogo” Sartogo, anime organizzatrici dell’evento.

Ospiti d’eccezione Max Blardone, Giovanni Franzoni ed Henrik Kristoffersen che si sono alternati sul palco per premiare ragazzi e allievi e cuccioli, con l’eccezione dei più piccoli celebrati dal Guru dello Sci che per un attimo ha avuto la tentazione di svelare quantomeno la sua voce, ma poi si è trattenuto e ha proseguito a gesti.Per i ragazzi si è trattato di un momento importante per ritrovarsi in un contesto differente rispetto al solito, uniti nel momento che attendono fin dalla prima gara di stagione. Entrare nei top 20 del Series Energiapura è un obiettivo che mette in risalto non soltanto il vincitore di una gara. Poter indossare la tutina che Energiapura riserva a loro è un segno distintivo che sancisce un buon rendimento, ma anche l’appartenenza a  un mondo per il quale si fanno non pochi sacrifici.

Alberto Olivetto, incalzato da Max Blardone, un po’ allenatore, a volte ex atleta, spesso cronista, ha ribadito più volte il progetto di sostenibilità impiegato per la produzione dei capi di abbigliamento. Non ultima la nuova felpa che si colora di un arcobaleno in primo piano, simbolo della pace. Leit motiv presente anche nella nuova tutina da gara. Poterla indossare per i 40 children premiati vale pi di qualsiasi coppa, medaglia o trofeo.

Il momento di maggior emozione è passato dalle note di Andre Casta, che a noi piace identificare, oltre che come grande musicista, come ambasciatore dello sci nel mondo, considerando che questo artista del violino elettrico ha spiccato il volo sui palchi dei più grandi eventi!

Brividi anche quando Henrik Kristoffersen ha preso in mano il microfono per dire: “Mamme, papà, so bene quanto sperate che i vostri figli diventino campioni. Accadeva anche a casa mia, io ce l’ho fatta a diventare un bravo sciatore, mio fratello no, ma ha continuato ugualmente a praticare sport, nonostante la delusione.

Magari qualcuno di loro me lo ritroverò in pista tra qualche anno, io vecchietto, loro giovani vogliosi di spaccare, altri invece non riusciranno a sfondare, ma non permettete che si seggano sul divano davanti a una tv o a un tablet. Lo sport è vita, è saper crescere con valori assoluti e sani. Viva lo sci!”

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment