Notizie

I 50 anni di Sciare : L’emozione di essere lì

Alzi la mano che non ha versato nemmeno una lacrimuccia. Nessuno vero?  E’ stato davvero un momento di grande emozione la celebrazione dei 50 anni della Rivista, avvenuta venerdì 30 ottobre sul palco della fiera Skipass. In un’ora è passato davanti agli occhi di chi c’era mezzo secolo della storia dello sci, mezzo secolo di storia della Rivista. Francesca Colombo ci ha trasportato dal 1 dicembe 1966 a oggi leggendo  una breve cronistoria degli avvenimenti più importanti mentre sul megascreen comparivano le immagini dei protagonisti. Il palco intanto si riempiva di bambini dello Sci Club Goggi ognuno con una copertina rappresentativa di ogni anno. Già, 50 piccolini che alla fine si sono stretti attorno al fondatore della testata Massimo Di Marco. Il “Direttore” ha preso la parola incantando i presenti con la sua proverbiale cultura giornalistica ed ha improvvisato un’intervista a Carletto Senoner, protagonista della prima copertina di Sciare. Massimo è stato poi autore, assieme al fotografo Armando Trovati, di un comico duetto che a tanti ha ricodato Alex e Franz seduti sulla pachina. Ogni tanto le immagini e il racconto veniva fermato dagli applausi degli amici presenti e probabilmente la pausa più lunga è stta dedicata alle fotografie di leonardo David.

Marc Giradelli, Gustavo Thoeni, Pierino gros e Davide Labate
Marc Giradelli, Gustavo Thoeni, Pierino gros e Davide Labate

Poi un’esplosione di euforia per festeggiare la presenza di Gustavo Thoeni, Pierino Gros e Marc Girardelli. Un grosso guaio agli impianti di Zermatt ha costretto invece Pirmin Zurbriggen a fare retromarcia  e tornare di corsa in stazione per presenziare a una riunione straordinaria, essendo azionista della società impianti. Questo non ha tolto proprio nulla alle emozioni vissute che hanno fatto lo slalom tra commozione, sorrisi e ironia. Come quando la voce dello sci italiano, Davide Labate, ha accettato di fare la telecronaca ad alcune discese dei tre campioni che hanno voluto poi trasmettere il senso di ciò che nello sci hanno saputo regalare ai 50 bambini del Goggi. Marc, Gustav e Pierno hanno  indossato la giacca che permette a personaggi del mondo della neve di entrare nella Hall of Fame di Sciare.

Valerio Ghirardi, isolde Kostner, Maria Rosa Quario, Claudia Giordani, Beba Schranz, Giustina Demetz
Valerio Ghirardi, isolde Kostner, Maria Rosa Quario, Claudia Giordani, Beba Schranz, Giustina Demetz

Sì è passati quindi al Momento Rosa con Giustina Demetz, Beba Schranz, Claudia Giordani, Maria Rosa Quario e Isolde Kostner che è stata poi avvicinata dalla sua seconda metà agonistica, Valerio Ghirardi, E poi ancora chi ha visuto la redazione di Sciare fin dal periodo di Giorgio Madella, Walter Galli, Roberto Tomatis, Giovanni Milazzo, Giò Migliardi, Chiara Todesco, Giulio Rossi… Quindi altri atleti della penultima epoca, Pietro Vitalini, Gianfranco Martin, Fabio De Crignis, Gianlcua Grigoletto e Max Blardone, tuttora in attività, che ha annunciato l’arrivo di una seconda creautura. Poi i Presidenti, Flavio Roda (Fisi), Luciano Magnani (Colnaz), Antonio Noris (presidente Sci Club Goggi), Maurizio Bonelli (Amsi), Valeria Ghezzi (Anef) con Max Vergani a ricordare la Hall of Fame Fisi del giorno prima dedicata ad Alberto Tomba e a Celina Seghi. Infine due grandi personaggi: Mario Cravetto inventore di Azzurrissimo che potrebbe ritornare nel 2017 e Luigi Borgo autore delle parole più strabilianti della festa dimostrandoci che tra 50 anni Sciare ptrebbe arrivare sulla luna! La festa si è chiusa con tutti i bambini del Goggi vestiti in uniforme e le bollicine di champagne di una bottiglia stappata da Alessandro Zonca, l’editore di Sciare, il più emozionato di tutti. Il resto rimane nel cuore di chi ha potuto assistere a questo breve momento di grande sci.
Schermata 2015-11-01 alle 09.31.04

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment