Notizie

I maestri di sci pronti a ripartire

Il “Pensiero di un maestro di sci” di oggi si intitola: I maestri di sci pronti a ripartire”

In attesa di una decisione del Governo per il “via libera” allo sci, previsto (speriamo) per il prossimo 15 febbraio, il nuovo DPCM allarga le maglie restrittive permettendo la formazione dei maestri di sci anche in pista. Con la possibilità, da parte delle varie Regioni, di prevedere selezioni, moduli, esami e prova formativa comune, ovvero l’ex Eurotest.

Detta così può sembrare una notizia marginale rispetto a quello che la montagna sta passando. Al contrario, vista nell’ottica del bicchiere mezzo pieno, è invece una notizia importante. Che fa bene alla causa dello sci.

Alle concessioni riservate per gli “atleti di interesse nazionale”, si aggiunge questa dei maestri, un altro passo in avanti verso la normalità di un ritorno allo sci per tutti.

Le varie Associazioni Regionali dell’AMSI potranno così riannodare le file di un “discorso sulla neve” bruscamente interrotto dallo scorso marzo. Anche se dopo tutti questi mesi di inattività diventa francamente difficile pensare a come ripartire nel migliore dei modi, se non quello, inevitabile, di allungare i giorni delle selezioni, degli esami e dei moduli. In ragione della lunga pausa senza sci ai piedi per via del lockdown.

Convinto più che mai che sia giusto, anche in situazioni di emergenza, consentire e garantire a tutti i futuri aspiranti maestri, la possibilità di usufruire di un percorso tecnico che non sia penalizzante per via di questo prolungato stop.

Anche se per la maggior parte di loro si tratta di atleti agonisti che hanno avuto la possibilità di continuare ad allenarsi. Ma l’interpretazione dei vari esercizi fuori dai pali è cosa diversa.

Bicchiere sempre mezzo pieno per il proseguo del calendario gare che consente ai giovani atleti di continuare il loro percorso di crescita e maturazione, tecnica, fisica e psichica.

Bicchiere ancora mezzo pieno per brindare a tutte quelle località che, tenendo aperti i propri impianti, permettono di effettuare allenamenti e organizzare gare.

Questo sci, che non si è mai fermato, merita i complimenti, così come meritano tutti i nostri più sinceri applausi le formidabili ragazze del team Italia.

Avanti così, Cortina con i suoi Mondiali ci aspetta. E saranno anche lì applausi sinceri per una montagna che non si è mai arresa.

Walter Galli
P.S. In gara vincono i migliori. Speriamo valga anche per la politica. Lo scopriremo il prossimo 15 febbraio. Per intanto, viva lo sci e forza Azzurri.

Nella foto i maestri della scuola sci La Thuile 
maestri di sci pronti

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.