Notizie

Il 5 giugno a Cuneo il Fan Club Marta Bassino festeggerà la sua campionessa

Il 5 giugno a Cuneo il Fan Club Marta Bassino festeggerà la sua campionessa. La comunicazione del direttivo ai suoi numerosi iscritti inizia così: “Dove eravamo rimasti? È proprio il caso di dirlo, visto che dopo oltre due anni torniamo a darvi appuntamento a un evento in presenza con Marta!

Si tratta di un’iniziativa dell’ATL Cuneese che ha predisposto l’incontro tra Marta e i suoi tifosi ovviamente nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

La “scena” sarà predisposta in piazza ex Foro Boario a Cuneo ed è prevista per le 17:30. Se il brutto tempo avesse poi intenzione di mettersi di mezzo, allora la celebrazione si sposterà in Piazza Virginio.

Sarà predisposta un’area delimitata da transenne, con posti a sedere contati, distanziati e preriservati. Sarà inoltre possibile assistervi anche al di fuori del recinto, naturalmente osservando le norme di sicurezza sanitaria.

Per informazioni rivolgersi all’ATL Cuneese presso l’ufficio turistico di Cuneo (tel 0171690217 interno 1) o via email

Non ci saranno fuochi d’artificio, perché lo scopo è quello di trasmettere il giusto applauso alla vincitrice della Coppa del Mondo di slalom gigante in un momento dedicato che manca davvero da tanto tempo.

Il Fan Club Marta Bassino è sicuramente tra i più attivi nel contesto degli atleti dello sci Azzurro. Lunghe trasferte per stare vicino alla 25enne di Borgo San Dalmazzo non sono mai mancate. Anche quando Marta era uno scricciolino in mezzo a tante stars. E la festa di fine stagione era l’appuntamento più sentito per trasmetterle la vicinanza e la stima di tantissima gente.

Sabato 5 giugno niente abbracci o scene calcistiche, ma un’adunata composta e distanziata. L’importante è vedere Marta salire su un palco non tramite una fotografia o un’immagine da computer. E farle sentire che la “voglia di Marta” è sempre più grande!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.