Notizie

Il junior team dela scuola sci Sestriere

C’è un piccolo esercito di bambini a Sestriere che scalpita perchè inizi la stagione della neve. Sono i piccoli del Junior team Scuola Sci Sestriere, nato nel 2004 con 80 monelli, oggi arrivati a oltre 250! Per gestirli è necessaria un’organizzazione assolutamente perfetta, altrimenti sarebbe impossibile. Per questo i maestri, diretti da Gianni Poncet, sono riusciti a strutturarsi negli anni, costrunedo programmi ad hoc, con uno staff di grande esperienza. Si tratta, nello specifico, di un corso collettivo stagionale di sci alpino dedicato a bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni. È aperto a tutti, principianti, per chi sa già sciare ma non ama la competizione, per chi strizza l’occhio ai pali, per chi vuole perfezionarsi, per chi ha uno spirito free. L’obiettivo è insegnare lo sci con una visione a 360 gradi, dando la giusta importanza a gioco e divertimento. La garanzia è di avere lo stesso maestro e il medesimo gruppo per tutta la stagione (weekend e festivi) con la scelta tra diversi pacchetti per rispondere alle esigenze delle famiglie. Per i più piccoli lezioni half day, dai 6 anni lezioni full time con pranzo in baita. I gruppi sono formati in base all’età e al livello tecnico. E per l’imminente stagione il progetto sarà dedicato anche allo snowboard.
Info: www.scuolascisestriere.com – FB @scuolascisestriere

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment