Notizie

Il Livrio pronto ad accogliere gli Azzurri, allo Stelvio da lunedì

Ci siamo, il Livrio dello Stelvio è pronto ad accogliere gli Azzurri, allo Stelvio da lunedì. Le squadre arriveranno scaglionate a partire dalle ore 13 e gli atleti raggiungeranno il passo con mezzi propri. Si inizia con le squadre femminili, Brignone in testa. Tutto questo grazie all’accordo stipulato con la società Sifas che gestisce gli impianti del Passo dello Stelvio.

Il direttore Umberto Capitani riserverà da lunedì 1 giugno ad uso esclusivo delle nazionali italiane le piste di allenamento in prossimità dell’Hotel Livrio. Dove atleti e staff tecnici avranno a disposizione circa 90 posti letto, in ottemperanza alle normative governative contro la diffusione del Covid-19.

Oltre allo sci alpino, saranno impegnate nelle prossime settimane a turnazione anche le squadre di snowboard e sci di fondo.

Nei primi giorni sfrutteremo la pista Geister-1 sul versante altoatesino – spiega il direttore sportivo Massimo Rinaldi -, successivamente ci sposteremo anche sul versante lombardo, nonostante sia ancora vigente il divieto di utilizzo delle piste, grazie ad una deroga concessa da Regione Lombardia.

C’è tanta voglia di ricominciare in tutti noi, dagli allenatori agli atleti. Il programma sarà quello di tutti gli anni. Si comincerà con esercizi propedeutici, per passare poi ai primi ciuffetti.

Fino a qualche giro di slalom e gigante, con i velocisti che potranno anche tirare qualche curva di supergigante. Avremo nella fase iniziale due settimane a disposizione, c’è il tempo per compiere un buon lavoro e le previsioni meteorologiche potrebbero favorirci“.

La squadra femminile sarà presente al gran completo. Era il 29 febbraio quando Federica Brignone, giungendo seconda nel supergigante di La Thuile che diventò a sua insaputa l’ultima gara stagionale, allungò in vetta alla classifica generale.  Assicurandosi la prima sfera di cristallo per una donna italiana nella storia.

La valdostana disegnerà le sue prime curve da detentrice del titolo. Al suo fianco la rientrante Sofia Goggia (fuori dalle competizioni dal supergigante di domenica 9 febbraio a Garmisch, in cui si fratturò il radio del braccio sinistro). E Marta Bassino (sei podi nella passata stagione in cinque diverse discipline).

Il trio del gruppo Elite scierà fino al 15 giugno insieme alle ragazze della velocità, presenti con Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Nicol Delago, Nadia Delago, Verena Gasslitter, la rientrante Roberta Melesi e Laura Pirovano.

Qualche giorno in meno di lavoro per il quartetto delle slalomiste (la chiusura è fissata per il 12 giugno), composto da Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini, Marta Rossetti, pure loro a digiuno di competizioni addirittura dal 15 febbraio, quando gareggiarono a Kranjska Gora.

Allo Stelvio sarà presente anche il team della velocità maschile, la cui ultima gara risale a sabato 7 marzo con la discesa di Kvitfjell. Il gruppo, orfano di Dominik Paris che sta completando il percorso di riabilitazione, si allenerà fino a venerdì 12 giugno con Christof Innerhofer, Emanele Buzzi, Mattia Casse, Matteo Marsaglia e Alexander Prast.

Le discipline tecniche cominceranno invece a sciare la settimana successiva.

In pista i protagonisti del massimo circuito troveranno fino al 10 giugno il gruppo di Coppa Europa maschile con Guglielmo Bosca, Pietro Canzio, Davide Cazzaniga, Giovanni Franzoni, Matteo Franzoso, Tobias Kastlunger, Nicolò Molteni, Florian Schieder, Federico Simoni e Giulio Zuccarini e i ragazzi del gruppo junior (fino all’8 giugno) con Stefano Bendotti, Filippo Della Vite, Alessandro Pizio, Manuel Ploner, Martino Rizzi, Tommaso Saccardo e Simon Talacci.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.