Notizie

Il messaggio dell”Associazione Nazionale Tecnici Impianti Funiviari

Il messaggio dell”Associazione Nazionale Tecnici Impianti Funiviari.
Il comunicato è a firma del direttore dell’Ente, A.N.T.I.F, Dott. Ing. Franco Torretta, che esprime da parte dei propri associati il più profondo dolore per le vittime e per i feriti della tragedia occorsa alla funivia “Stresa – Mottarone”. E si unisce al cordoglio dei famigliari e dell’intera nazione.

“La nostra Associazione intende ribadire che la sicurezza dei viaggiatori sugli impianti a fune è valore assoluto. Nonché obiettivo chiarissimo dell’azione di tutti i professionisti e degli Enti preposti.

Essa trova applicazione diretta e costante nella severa normativa di settore, nei frequenti e approfonditi controlli a cui gli impianti sono sottoposti. E nell’azione concorrente di società di gestione, tecnici funiviari e organo pubblico di sorveglianza.

Costantemente gli impianti sono sottoposti alla necessaria manutenzione. Ogni giorno vengono verificati con prove e controlli. Ogni mese gli ingegneri preposti effettuano le proprie visite. Ogni anno gli impianti sono ricollaudati con le stesse modalità dei collaudi di prima installazione. Infine, a scadenze prefissate, gli impianti sono revisionati e ammodernati o rinnovati.

È proprio grazie a queste azioni e alla solida base tecnologica e normativa che gli impianti a fune sono, in Italia e nel mondo, tra i mezzi di trasporto più sicuri.

Di conseguenza, tragedie come quella occorsa alla funivia di Stresa lasciano tutti sbigottiti.

Ci affidiamo dunque agli approfondimenti e alle verifiche tecniche che verranno svolte e attendiamo l’esito delle indagini, per comprendere nel dettaglio le cause di quanto avvenuto a Stresa. Il messaggio dell”Associazione Nazionale

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.