Notizie

Il ritorno di Domme raccontato in un video

Il ritorno di Domme raccontato in un video. Era il 21 gennaio, Kirchberg, vicino a Kitz e una maledetta curva presa sbagliata manda in frantumi il crociato anteriore destro di Dominik Paris. Con l’aggiunta di una lesione parziale del collaterale mediale.  Per il campione Azzurro finisce la stagione sul più bello. Ma questa è la vita degli atleti che non devono combattere solo in pista.

Quando arriva l’infortunio inizia un’altra gara che non è proprio così scontata. Per ritornare in pista c’è un percorso insidioso. Giornate nelle quali prendi forza e non pensi più a quanto ti è successo. Altre invece sono buie e cercano di demolirti. Già, la testa… Domme ha combattuto in ogni istante durante la fase di recupero e questo video “Nordica Domme Comeback” cerca di raccontarlo.

Ora si appresta a ritornare in gara. Sabato il superG in Val d’Isère, se la meteo lo consentirà) e domenica la discesa. la sua discesa!

Oggi il primo atto ufficiale con la prima prova, al termine della quale, Domme dice: “Ho finalmente avuto di nuovo delle belle sensazioni. Dopo tanto tempo, tornare in pista e in competizione, è stato proprio bello.

Non ci sono altre parole. Gli organizzatori hanno lavorato tantissimo sulla pista, perché è nevicato, e ci sono dei tratti più duri, altri un po’ meno dove il terreno cede un po’. Però complessivamente siamo riusciti a fare questa prova ed è un bene”.

Ho studiato un po’ il percorso, ho visto la pista, capito i dossi. Già domani cercherò di fare un po’ meglio le linee, e di far funzionare meglio tutto quanto.

Speriamo di riuscire a fare anche la seconda prova e poi speriamo che il tempo regga. Al momento non si sa se arriverà brutto oppure no, ma stiamo a vedere. Poi arriverà il giorno di gara, ma per quello c’è ancora tempo”.

Il solito Domme, insomma. Buona visione con il video realizzato da Nordica. Il ritorno di Domme

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.