Notizie

Treccani registra il termine paralimpico

In occasione della cerimonia di chiusura del Festival della Cultura Paralimpica, è stata annunciato l’ingresso di un nuovo lemma nel vocabolario Treccani: «Paralimpico (o Paraolimpico)». Così recita: «Relativo alle paralimpiadi e agli atleti che vi partecipano», e «per estensione, relativo a una persona disabile che pratica una disciplina sportiva». Nella voce relativa, il termine «paralimpico» si riferisce anche ad «atleta che partecipa alle paralimpiadi» ed a «persona disabile che pratica una disciplina sportiva». Ci ha pensato la campionessa di scherma paralimpica Bebe Vio a dare questo annuncio al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. «La registrazione di tale arricchimento – spiega Massimo Bray, direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana – vuole essere l’attestazione di un’avvenuto evoluzione, sì, ma anche i soprattutto un grande atto di fiducia: fiducia che il nuovo significato entrato nell’uso e la nuova sensibilità che lo accompagna siano conquiste definitive e non più negoziabili». Non è meraviglioso?

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.