Notizie

Johanna Schnarf ha deciso: “Appendo gli sci al chiodo”

La 35enne “Fiamma Gialla” di Valdaora (BZ) Johanna Schnarf ha deciso: “Appendo gli sci al chiodo“. La velocista Azzurra ,  interprete in 15 anni di carriera ad alti livelli in Coppa del Mondo in superG, discesa e combinata, ha deciso di dare l’addio all’attività agonistica.

L’annuncio ufficiale Jojo ha voluto partisse dai suoi colori. Quelli della Guardia di Finanza che ha diramato poc’anzi la notizia.

Un passo sicuramente non facile da affrontare per “Hanna” che, nella sua carriera, ha ottenuto tanti risultati di assoluto prestigio. Ma ha anche diversi momenti di sofferenza a causa di numerosi infortuni che ne hanno segnato il fisico. Caduta dopo caduta, operazione dopo operazione.

A Johanna, la cui decisione è maturata con grande serenità e consapevolezza, va un grande GRAZIE da parte di tutta la famiglia gialloverde per lo straordinario impegno profuso. In tanti anni non ha mai lesinato coraggio, tenacia, spirito di sacrificio e di appartenenza. Con i quali ha sempre alimentato, in piena sintonia con i valori della Guardia di Finanza, la sua splendida carriera sportiva.

Il profilo di Johanna Schnarf? Specialista delle prove veloci e della combinata, ha debuttato in Coppa del Mondo nel dicembre 2004 nel superG di Lake Louise. Atleta dotata di grandissima tenacia, ha conquistato due secondi posti nel “Circo Bianco” (discesa Crans Montana 2010 e superG Cortina 2018).

Ai Giochi Olimpici di Vancouver 2010, dove era stata chiamata per sostituire l’infortunata Nadia Fanchini, ha sfiorato il podio. Concluse con un amaro quarto posto la gara di supergigante. Poi l’inizio dei guai, con l’infortunio in Argentina nel settembre 2012. Rottura del legamento crociato anteriore e del menisco laterale del ginocchio destro.

Johanna rientrò alle gare nella stagione successiva ricominciando gradualmente a risalire le classifiche. Ottenne diversi piazzamenti nella top ten e sfiorò in varie occasioni il podio.

Un podio che per “Hanna” è stato spesso stregato. Come in occasione dei Giochi Olimpici di PyeongChang 2018 quando si classificò al 5° posto nel superG a soli 5 centesimi dal bronzo e a 16 dall’oro.

Archiviata quella che era stata comunque un’ottima stagione, Jojo si infortuna nuovamente in un allenamento a Copper Mountain. proprio in vista delle gare nordamericane di Coppa del Mondo.

Una caduta che gli è costata la frattura scomposta di tibia e perone della gamba sinistra. E che ha costretto l’altoatesina a tanti sacrifici per rimettersi, a 35 anni, nuovamente in pista. Così non si era tirata indietro a dannarsi l’anima nell’agosto scorso con i primi allenamenti sugli sci sul ghiacciaio dello Stelvio. Sensazioni discontinue sul suo stato di forma hanno portato Hanna alla decisione, presa con grande serenità, di lasciare l’attività agonistica.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.