Notizie

La battaglia di AMSI e Colnaz: Bonelli incalza Enrico Letta, Cuc parla a Il Sole 24 ore

La battaglia di AMSI e Colnaz: Bonelli incalza Enrico Letta, Cuc parla al Sole 24 ore.

L’Associazioone dei maestri di categoria e il Collegio nazionale e proseguono senza sosta la loro azione di sollecito e di sensibilizzazione verso le Istituzioni e tutte le forze politiche affinché colgano le problematiche e le richieste dei Maestri di Sci Italiani.

Domenica scorsa, 22 agosto, il Presidente AMSI Nazionale Maurizio Bonelli a Ponte nelle Alpi (Belluno) ha preso parte all’appuntamento Agorà, dedicato ai temi della Montagna e delle Aree Interne, mentre il Presidente Cuc ha rilasciato un’intervista alla testata economica Il Sole 24 Ore.

Nell’incontro svolto a Belluno il Presidente Bonelli, insieme al Presidente ANEF Veneto Renzo Minella, ha esposto, al Segretario Nazionale del Partito Democratico Enrico Letta, al Senatore Roger De Menech e all’onorevole Enrico Borghi, la situazione di inspiegabile e incomprensibile ritardo nell’erogazione dei ristori che, seppur certi e determinati, sono attualmente fermi.

Inoltre, il Presidente Bonelli ha poi rivolto una forte e decisa richiesta affinché

già da settembre ci siano regole certe per l’accesso agli impianti di risalita per la prossima stagione invernale.

In particolare il Presidente Bonelli durante il suo intervento (video sotto) ha nuovamente richiamato l’attenzione sui temi scottanti per i professionisti della neve e per le Scuole Sci.

Su tutti, appunto, il ritardo relativo ai ristori, ma anche la richiesta di massima chiarezza “operativa” in vista della prossima stagione invernale attraverso Protocolli precisi e l’utilizzo del green pass come strumento che ci possa far lavorare.

In tal senso c’è già stato un primo incontro a Milano fra l’Associazione e il Col.Naz. insieme a FISI e rappresentanti dei gestori impianti a fune.

Il Presidente Cuc, sulle pagine de Il Sole 24 Ore ha nuovamente richiamato l’attenzione sulla gravissima situazione dei Maestri di sci italiani, che dal 9 marzo 2020 non hanno più avuto la possibilità di lavorare e che dopo oltre 17 mesi di attesa, paradossalmente, non hanno ancora ricevuto alcun sostegno economico che, seppur stanziato, risulta bloccato nella rete della burocrazia.

Ricordiamo che il cd “decreto Sostegni”, approvato con grande impegno dal Governo e sostenuto da tutte le forze politiche, giace alla Corte dei conti in attesa dell’ultimo visto di ragioneria. Che è necessario per finalizzare e rendere operativo il sostegno di 40 Milioni di euro ai Maestri e alle Scuole di sci Italiane.

Il Presidente Cuc ha ancora ricordato che “l’economia montana non può assolutamente sopportare un altro stop e che il Governo deve essere consapevole che si può e si deve tornare a lavorare in sicurezza, esattamente come avvenuto nel periodo estivo”. La battaglia di AMSI La battaglia di AMSI

Da newsletter interna Amsi

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.