Notizie

La tappa di Coppa del Mondo MTB a Les Gets

La Coppa del Mondo MTB di Cross Country ha fatto tappa a Les Gets, in Alta Savoia. Secondo le più ovvie previsioni, il duello tra  il campione del mondo Nino Schurter e quello italiano Gerhard Kerschbaumer è stato fantastico. Com’è finita? L’ha spuntata l’elvetico sull’ultima salita!

Alle loro spalle si sono piazzati nell’ordine Henrique Avancini, Stephane Tempier e Ondrej Cink. Quest’ultimo, fermato per un eccesso di battiti cardiaci – 230 al minuto, era stato fermato, ma poi riammesso dopo l’ok dei medici.

Nella Coppa del Mondo MTB a Les Gets, in campo femminile, ritorno alla vittoria dell’americana in maglia iridata Kate Courtney, che ha dominato la gara senza lasciare scampo alle avversarie.

Secondo gradino del podio per la svizzera Jolanda Neff e terzo per la tedesca Elisabeth Brandau quindi la svizzera Sina Frei e la francese Pauline Ferrand Prevot. La tricolore Eva Lechner ha concluso decima.

L’avvincente quinto round della stagione 2019 di UCI DH World Cup ha premiato i corridori di casa con Amaury Pierron che ha avuto la meglio su Loic Bruni che è stato il più veloce nella forest key section, tratto tecnico nel bosco. Laurie Greenland ha colto la terza piazza davanti a Troy Brosnan e Loris Vergier, reduce da una brutta caduta durante le prove libere del mattino.

Risultati sottotono rispetto alle ultime gare per gli atleti italiani con Loris Revelli 41° e Davide Palazzari 56°.
Nella categoria femminile senza Rachel Atherton, infortunatasi durante le prove libere (rottura del tendine d’Achille), l’ha spuntata l’australiana Tracey Hannah, che ha ottenuto la sua seconda vittoria in carriera dopo il primo posto di Andorra. Seconda la francese Marine Cabirou per meno di 7 decimi di secondo. Terza posizione per Mariana Salazar al rientro alle gare.

Eleonora Farina conferma il suo quarto posto in qualifica chiudendo una bella run che l’ha portata pure sull’hot seat. Quinto posto per la tedesca Nina Hoffman con Veronika Widmann sesta a meno di 5 centesimi di secondo dal podio.
I risultati delle atlete e degli atleti azzurri ci fanno ben sperare per la prossima tappa di Coppa del mondo in Val di Sole davanti al pubblico di casa dal 2 al 4 agosto.

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.