Notizie

La prima seggiovia a sei posti della Regione sullo Zoncolan dedicata alla “Rosa”

La prima seggiovia a sei posti della Regione sullo Zoncolan dedicata alla “Rosa”
Il Friuli Venezia Giulia dedica una delle “sue” seggiovie al Giro d’Italia. Lo fa su una delle cime più conosciute, il monte Zoncolan, spettacolare conclusione di una delle tappe più avvincenti della corsa rosa. La seggiovia “Val di Nûf”, l’impianto che da valle conduce in quota e che proprio coincide con il punto d’arrivo della tappa, sarà la prima seggiovia in regione a sei posti e ben sei file delle sue seggiole – tante quante i vincitori della tappa, compreso chi si aggiudicherà la gara di domani – si tingeranno del “rosa Giro”, riportando i nomi dei campioni che hanno compiuto l’impresa raggiungendo la vetta del Kaiser, con tanto di autografo a personalizzare le sedute.

Questa sera al teatro Candoni, a Tolmezzo, in occasione dell’evento in cui sarà presentata la tappa dello Zoncolan del Giro d’Italia prevista domani, 22 maggio, sarà svelato il modello della seggiovia a sei sedute e l’intero progetto ideato e portato avanti da PromoTurismoFVG, l’ente che si occupa della strategia, della gestione operativa e della promozione turistica del Friuli Venezia Giulia, con al suo interno una divisione interamente dedicata al “food&wine”, in collaborazione con Rcs e Giro d’Italia, in cui anche le stazioni di valle e a monte riprenderanno il colore simbolo della corsa rosa.

La cerimonia vedrà anche la partecipazione di Gilberto Simoni, due volte vincitore della corsa sullo Zoncolan, nel 2003 e nel 2007, che firmerà davanti al pubblico il plexiglass che sarà poi riprodotto sulla seggiola.

La nuova seggiovia, alcune caratteristiche tecniche
Inaugurata nel 1998, fece la sua prima corsa durante la stagione ‘98-99 e ora è pronta per andare “in pensione”. La seggiovia Val di Nûf, che molti frequentatori delle piste conoscono come la seggiovia “dell’amore”, sarà oggetto di un completo restyling ad opera dell’azienda Leitner di Vipiteno e sarà operativa per la stagione invernale 2021/2022.

PromoTurismoFVG ha deciso di dare il via all’innovativo progetto che vuole rendere omaggio alla corsa rosa, per aver contribuito a rendere famoso in tutto il mondo il nome dello Zoncolan.

Il nuovo impianto, rispetto al precedente, offrirà la possibilità di trasportare oltre ai pedoni e agli sciatori anche le biciclette, attraverso i 52 “veicoli” che viaggeranno in senso orario a un dislivello di circa 300 metri, sempre con una portata di 2.400 persone all’ora a massima capienza.

Sei seggiole, rispetto alle quattro attuali, oltre alla stazione di valle e di monte, riprenderanno i colori e i loghi del Giro. E questa sera parte anche l’operazione autografo da parte dei vincitori delle passate edizioni, che saranno così ricordati da tutti coloro che utilizzeranno l’impianto.

Gilberto Simoni, due volte vincitore nel 2003 e 2007, Ivan Basso, Igor Antòn, Michael Rogers, Chris Froome e, naturalmente, il protagonista che si aggiudicherà la tappa dopo la faticosa salita di domani, firmeranno una targhetta in plexiglass che sarà poi riprodotta sulla seggiola dedicata al ciclista.

PromoTurismoFVG ha ideato il progetto e realizzato la grafica per l’allestimento della seggiovia, in collaborazione con Rcs, che ha accolto con piacere la proposta del Friuli Venezia Giulia, e con il supporto della ditta costruttrice Leitner.

PromoTurismoFVG e Giro d’Italia, collaborazione collaudata
Il Giro d’Italia rappresenta un volano per il turismo della regione e sembra ormai essersi affezionato a questa terra, in particolare allo Zoncolan.

Proprio grazie anche alla visibilità e al successo generato dal Giro d’Italia, lo Zoncolan è diventato uno dei brand del Friuli Venezia Giulia, riuscendo a fare il giro del mondo fino ad arrivare in Giappone, dove è gemellato con il monte Fuji.

In occasione delle tappe del Giro in Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG si è occupato dell’organizzazione e del supporto tecnico per la realizzazione dell’evento anche in termini di accoglienza, nel massimo rispetto delle normative anti Covid e con l’obiettivo di promuovere il territorio attraverso le specialità eno gastronomiche, che rendono unica questa regione.

Nelle tre giornate del Giro saranno allestite alcune aree di degustazione di prodotti tipici per la promozione del comparto agroalimentare e vitivinicolo regionale, coinvolgendo il board enogastronomia (assieme ai principali partner e inclusi i prodotti a marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”) e gli aderenti alla Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia.

Lo Zoncolan, punta di diamante delle Alpi Carniche, è uno dei sei poli sciistici della regione e più in generale rientra tra i dieci ambiti della montagna che, nella strategia di PromoTurismoFVG, si allarga e abbraccia le Valli e il Carso, per vivere il territorio 365 giorni all’anno e in tutte le stagioni, e non più solo durante l’inverno con le attrazioni e le proposte sulla neve. La prima seggiovia a La prima seggiovia a La prima seggiovia a

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.