Notizie

la Val di Fassa si è messa in moto, il 7 dicembre apre anche la Aloch

la Val di Fassa si è messa in moto, il 7 dicembre apre anche la Aloch.
La Val di Fassa ha aperto oggi le piste da sci delle varie ski area e i collegamenti con il Sellaronda. Martedì 7 dicembre ’21, apre lo Ski Stadium Aloch, servito dall’omonima seggiovia, centro di allenamento della Federazione Italiana Sci Alpino insieme alle altre “PISTE AZZURRE” della valle ladina.

La preparazione della pista ha richiesto intense giornate di lavoro da parte dei tecnici specializzati per la produzione della neve. Il manto di una pista per allenamenti come lo Ski Stadium richiede una preparazione speciale.

Sono servite tre giornate intere h24Giovanni Zulian, responsabile neve dell’Aloch- con temperature intorno ai meno dieci per produrre quella quantità di neve che è andata a coprire quella naturale. Una pista tecnica come l’Aloch ha bisogno di almeno 50 cm. di copertura per garantire profondità e tenuta ai pali. Per una pista ad uso turistico ne possono bastare anche 10”.

Sergio Liberatore, direttore di pista è già in contatto con i responsabili delle squadre nazionali italiane che in base agli accordi del progetto PISTE AZZURRE, porteranno a breve atleti ed atlete in Val di Fassa ad allenarsi. Primo importante appuntamento agonistico di alto livello,

il 16 dicembre con la Coppa Europa maschile di slalom. A seguire due giornate di GP Italia di slalom e gigante.

L’accesso alla pista è in linea con le vigenti norme nazionali, mascherina e distanziamento sono la regola primaria.

Val di Fassa otto Piste Azzurre

Ben otto i tracciati scelti dai tecnici Fisi, per gli allenamenti della nazionale di sci alpino e destinati anche allo svolgimento di competizioni internazionali.

La collaborazione tra la Federazione Italiana Sport Invernali e la Val di Fassa è intensa e proficua da diversi anni, tanto che dal 2016 la valle ladina si può fregiare ufficialmente del brand “Centro federale Fisi”.

Il riconoscimento è dovuto al progetto Piste Azzurre (attivo dal 2006) che vede, nel corso dell’inverno, la messa a disposizione, per gli allenamenti degli atleti della Nazionale di sci alpino, di otto tracciati dalle caratteristiche tecniche elevate, distribuiti nelle skiarea valligiane.

La terra ladina è davvero la casa degli Azzurri che praticano slalom speciale e gigante, superG e discesa libera, ma anche per altri club e nazionali che scelgono le piste preparate, con competenza dalle società d’impianti valligiane in collaborazione con Dolomiti Superski, gruppi sportivi, Apt Val di Fassa e sponsor locali.

Si tratta di un sodalizio fondamentale per la preparazione degli atleti, uomini e donne, impegnati nelle più importanti sfide del circo bianco.

Tra le Piste Azzurre, anche lo Skistadium Aloch di Pozza, oggetto di ampliamenti e sistemazioni nel 2018, e la nera “La Volata” del San Pellegrino, aperta a dicembre 2016 e inaugurata ufficialmente a dicembre 2018, entrambi tracciati dei Mondiali junior di sci alpino, che si sono tenuti in Val di Fassa dal 18 al 27 febbraio 2019, e teatro di competizioni di Coppa Europa.

Naturalmente si tratta di piste aperte a tutti gli sciatori, che vengono riservate per alcune ore o giornate agli allenamenti.

FIAMME ORO 1 Si trova nella skiarea Alpe di Lusia – San Pellegrino, ha una lunghezza di 1450 metri, parte a quota 1810 metri con arrivo a quota 1360 metri, per un dislivello di 450 metri.

PIAVAC Si trova nella skiarea Alpe di Lusia – San Pellegrino , ha una lunghezza di 1200 metri, parte a quota 2196 metri con arrivo a quota 1766 metri, per un dislivello di 430 metri.

MEDIOLANUM Si trova nella skiarea Alpe di Lusia – San Pellegrino, ha una lunghezza di 1510 metri, parte a quota 2188 metri con arrivo a quota 1766 metri, per un dislivello di 422 metri.

LA VOLATA Si trova nella skiarea Alpe Lusia – San Pellegrino, ha una lunghezza di 2350 metri, parte a quota 2510 metri del Col Margherita con arrivo a quota 1879 metri del valico dolomitico, per un dislivello di 631 metri.

NUOVA CIMA UOMO Si trova nella skiarea Alpe Lusia – San Pellegrino, ha una lunghezza di 2200 metri, parte a quota 2458 metri con arrivo a quota 1958 metri, per un dislivello di 500 metri.

ALOCH Si trova nella skiarea Buffaure – Pozza, ha una lunghezza di 1200 metri, parte a quota 1540 metri con arrivo a quota 1340 metri, nel paese di Pozza di Fassa, per un dislivello di 200 metri. È dotata d’impianto d’illuminazione per sci e riprese televisive in notturna.

TOMBA Si trova nella skiarea Vigo – Catinaccio, ha una lunghezza di 900 metri, parte a quota 2100 metri con arrivo a quota 1840 metri, per un dislivello di 300 metri.

BELVEDERE Si trova nella skiarea Canazei – Belvedere, ha una lunghezza di 1330 metri, parte a quota 2375, con arrivo a quota 2035, per un dislivello di 340 metri. la val di fassa

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.