Notizie

Marta Rossetti e lo slalom tra quantità e qualità

Dopo la sei giorni di Saas Fee Marta Rossetti è pronta per proseguire con una preparazione autunnale che fa lo… slalom tra quantità e qualità.

La bresciana di Puegnago del Garda sul ghiacciaio svizzero ha già dato ottime indicazioni in vista dell’esordio in slalom dell’azzurra che dovrebbe essere a Levi in Finlandia a novembre.

La ventenne in forza alle Fiamme Oro è appena tornata da 6 giorni molto intensi a Saas-Fee sul ghiacciaio svizzero dove le slalomiste si sono potute confrontare anche con le ragazze del gruppo Elite.

“ Abbiamo sciato 6 giorni in modo davvero molto intenso – ha commentato Marta – con tanta Qualità e Quantità.

I primi 3 giorni abbiamo lavorato sul gigante confrontandoci anche con le 3 ragazze del Gruppo Elite e quando c’è un confronto c’è sempre tanto da migliorare ed imparare.

Di giorno in giorno percepivo ed avevo la consapevolezza di un miglioramento continuo”.

Come ti avvicini all’esordio in quella che è la tua specialità per eccellenza, ossia lo slalom speciale?

“ Abbiamo svolto un gran lavoro sullo slalom, con condizioni molto difficili della neve molto compatta e piste ripide.

Abbiamo anche introdotto un lavoro specifico sulla Tattica, peculiarità che lo scorso anno è mancata. Perché comunque sono giovane e alle prime esperienze in Coppa del Mondo, e quindi abbiamo svolto test su vari tracciati con figure particolari e diversi round anche di parallelo.

Un lavoro molto stancante certamente, ma molto produttivo.

Sono contenta che tra qualche giorno ritorniamo a Saas-Fee perché le condizioni per lavorare sono state davvero ottime e quindi ringrazio nuovamente la Federazione per averci messo nelle condizioni migliori per lavorare al massimo.”

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.