Notizie

Marta Rossetti rompe il crociato anteriore in allenamento

Marta Rossetti rompe il crociato anteriore in allenamento
Finisce anzitempo la stagione per Marta Rossetti. In  un allenamento la slalomista azzurra bresciana in forze alle Fiamme Oro è caduta e nel rimbalzo  non le si sono sganciati gli sci.

L’esito della Risonanza parla di rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, anche se la lesione non sembrerebbe totale. E sono esclusi altri problemi.

In un allenamento sono caduta e non mi si sono sganciati gli sci nel rimbalzo. Non ho sentito e non sento dolore”. Questo per fortuna, può capitare anche se è raro. Non sono stati attivati i sensori percettori del dolore. Nemmeno un edema e il ginocchio non sin è nemmeno gonfiato.

Ma il responso della Risonanza effettuata oggi all’Istituto Galeazzi con il dott Andrea Panzeri della Commissione Fisi  parla chiaro: rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Dunque l’operazione è inevitabile e il relativo periodo di sei mesi per tornare in pista.

Proprio quest’anno Marta aveva ottenuto nello slalom di Semmering di fine anno, il suo miglior risultato in carriera. Undicesima grazie a una super seconda manche che le ha permesso di recuperare ben 15 posizioni.

Qualche giorno di stop anche per Verena Gassliter, caduta sabato nella discesa femminile di Coppa Europa a Crans Montana. La 24enne altoatesina del Centro Sportivo Carabinieri, ha effettuato sempre al Galeazzi una radiografia e una TAC al ginocchio e alla gamba sinistra più volte infortunata gravemente in passato, che fortunatamente hanno rivelato solamente un importante trauma contusiva.

Verena salterà la prossima tappa di Coppa del mondo a Crans Montana e lavorerà per rientrare a fine mese a Garmisch. Marta Rossetti rompe il crociato

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.