Notizie

Nasce la nuova “Fondazione Cortina”. Quella appena chiusa dona fondi ai Giovani

Nasce la nuova “Fondazione Cortina”. Quella appena chiusa dona fondi ai Giovani ai Giovani.
Grazie alla disponibilità della Fisi e del suo Presidente Flavio Roda, proporremo di destinare circa 300 mila euro alle attività giovanili degli atleti veneti e locali e a supporto dell’organizzazione delle attività dei ragazzi degli Sci Club di Cortina, del bob e dello snowboard.
Il residuo patrimonio (circa 1.388.000€) alla costituenda Fondazione Cortina.
Credo sia la notizia più bella con cui chiudere questa esperienza. Ringrazio le Istituzioni

Queste le parole di Alessandro Benetton in occasione dell’incontro avvenuto oggi a Belluno per l’ultimo atto di Fondazione Cortina 2021

Un incontro che ha chiuso definitivamente un ciclo importante ed emozionante iniziato a giugno 2016, a Cancun in Messico, con l’assegnazione dei Mondiali di Sci alpino 2021 a Cortina d’Ampezzo.

Quattro anni e mezzo di intenso lavoro che ha visto all’opera una squadra che – con innovazione, determinazione e grande resilienza – si è dimostrata in grado di passare attraverso una pandemia (e l’annullamento a pochi giorni del via delle Finali/test event del 2020) e organizzare un Mondiale che ha entusiasmato, mostrato il lato paradisiaco delle montagne venete e ampezzane, e fatto vedere al mondo come gli italiani siano in grado di gestire grandi eventi che supportano un intero territorio.

In questi anni le istituzioni, le aziende, e le associazioni di categoria del Veneto ma non solo (Fisi e Coni sono stati soggetti fondamentali per la riuscita dell’evento), hanno contribuito in maniera importante e in forte sinergia a far sì che l’evento, nonostante le varie vicissitudini degli ultimi anni, potesse essere di successo e di supporto all’economia regionale e nazionale.

La #roadtocortina2021 nei tre anni precedenti l’evento ha creato coesione e dato la possibilità di costruire, anche per Cortina stessa, un progetto di medio termine innovativo e sostenibile anche economicamente: Fondazione Cortina 2021 infatti chiude quattro anni di lavoro con un bilancio economico in positivo e avendo creato enorme ritorno di comunicazione per il territorio ampezzano e cadorino.

Ora dunque si chiude un ciclo, ma al contempo se ne apre un altro potenzialmente ancora più interessante.

L’esperienza maturata dal team, dalle istituzioni e i risultati ottenuti dai partner che hanno creduto nel primo progetto, hanno dato slancio a Regione, Provincia e Comune di Cortina, insieme alle associazioni imprenditoriali di Cortina stessa (Albergatori, Impiantisti e sci club) di lavorare alla costituzione di una nuova Fondazione (Fondazione Cortina) che possa ricevere il lascito, anche di risorse umane, dei Mondiali e supportare il Veneto, la Provincia e Cortina nella grande e affascinante sfida di “gestire” le Olimpiadi.

La nuova Fondazione, infatti, è chiamata a tenere alto il livello tecnico e di immagine dei grandi eventi sportivi di Cortina, a coinvolgere sempre più il mondo imprenditoriale veneto e italiano e a seguire da vicino tutto il #roadtoMilanoCortina2026 che dopo le olimpiadi cinesi prenderà il via con slancio.

Fisi sarà sempre al fianco del nuovo soggetto, in strettissima collaborazione, per far si che tutto il movimento degli sport invernali possa ottenere beneficio e slancio in questi anni fino alle Olimpiadi.

“Siamo veramente orgogliosi del lavoro di questi anni e della sinergia che si è creata tra le istituzioni, – commenta Caner, Assessore al Turismo di Regione Veneto intervenuto dalla sede della Regione – il “modello Cortina” attuato per i Mondiali di Sci di Cortina 2021 non deve andare perso e, anzi, essere al servizio della Regione e del territorio per far si che anche le Olimpiadi possano essere un immenso successo e di grande utilità per le aziende italiane”.


Alessandro Benetton e il passaggio di consegne a Michel Vion uomo simbolo dei Mondiali di Courchevel-Meribel

Cortina d’Ampezzo ha dimostrato di essere in grado di gestire e capitalizzare anche dal punto di vista dell’immagine e della comunicazione i grandi eventi, per questo, in continuità con quanto fatto e sempre con a fianco Regione e Provincia, vogliamo costruire un nuovo soggetto stabile, che possa in maniera continuativa sostenere il territorio, organizzare eventi sportivi offrendo nuove opportunità di visibilità, così da arrivare per le Olimpiadi del 2026.” Aggiunge Gianpietro Ghedina, Sindaco di Cortina d’Ampezzo.

Voglio oggi rimarcare due fatti – aggiunge Flavio Roda, presidente di FISI – i Mondiali sono stati dal punto di vista sportivo un evento organizzato con efficienza, passione e professionalità che a livello internazionale ci hanno ampiamente riconosciuto.

Voglio ricordare che Cortina ha ottenuto l’assegnazione dei Mondiali dopo cinque tentativi. Dopo tanta ostinazione questo grande successo conferma le capacità del territorio. E ora ci sono anche le Olimpiadi e le risorse per fare bene.”

La Provincia è sempre stata al fianco di Fondazione Cortina 2021 e lo sarà anche ora del nuovo soggetto che è in fase di costruzione – dichiara Roberto Padrin, Presidente della Provincia di Belluno –  le infrastrutture che i grandi eventi consentono di realizzare sono strategiche e fondamentali per chi abita la nostra terra, così come la visibilità e la cooperazione tra le aziende che si crea grazie a questi grandi eventi sportivi è realmente un grande valore aggiunto.”

Con Cortina 2021 abbiamo costruito un grande successo inaugurando un anno che passerà alla storia dello sport italiano – commenta infine Alessandro Benetton, Presidente di Fondazione Cortina 2021 – in condizioni straordinariamente difficili, il team e tutto il territorio si è veramente unito e compattato per realizzare un grande appuntamento internazionale, e questo è il nostro più grande lascito: una comunità che fa sistema.

Mi fa piacere perciò passare il testimone di quello che molti hanno battezzato come “Modello Cortina”. Auguro a tutti i futuri protagonisti un grande in bocca al lupo e mi permetto di dare un ultimo consiglio: non bisogna perdere tempo, perché le Olimpiadi sembrano lontane ma c’è tantissimo lavoro da fare.” Nasce nuova “Fondazione Cortina” Nasce nuova “Fondazione Cortina”

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.