Notizie

Peter Fill lascia dopo Garmisch. Ora inizia un’altra gara!

Peter Fill chiuderà a Garmisch la sua straordinaria carriera. Lo ha annunciato oggi in una conferenza stampa. Se avesse superato il traguardo a Kitz forse avrebbe chiuso qui. Ma ha perso uno sci, si è rialzato e ha lanciato un applauso verso il pubblico. Quello vero, quello che capisce e che conosce perfettamente il valore dei discesisti. Soprattutto quelli che sulla Streif hanno vinto. E qui tutti si ricordano del successo da lui ottenuto il 23 gennaio del 2016, una delle sue tre vittorie ottenute in Coppa del Mondo. Poche è vero. Sembrerebbero molte di più perché Peter è sempre stato lì, al vertice prima di farsi male all’inizio della scorsa stagione e poi a rincorrere quella forma che non ha più raggiunto. Quando con la sua costanza in ogni gara gli aveva permesso di conquistare due coppe di discesa consecutive nel 2016 e nel 2017 e quella della Combinata nel 2018.

Peter ha 37 anni, un argento e un bronzo Mondiale nella sua bacheca, un totale di 22 podi e tre vittorie in Coppa.

Il carabiniere di Castelrotto può entrare a far parte della nostra storia collocandosi sulle poltroncine della prima fila.

Digli grazie è quasi riduttivo. Più corretto dirgli che ci ah fatto emozionare un sacco di volte. Ci ha fatto capire i valori essenziali dello sport. Quindi della fatica e del sacrificio. Ma anche della professionalità.

Ora per Peter inizia una seconda vita. Vincerà anche lì

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.