Notizie

Rainer Senoner: “Grazie al Presidente e al direttivo per la fiducia. Ora al lavoro!”

Rainer Senoner: “Grazie al presidente e al direttivo per la fiducia. Ora al lavoro!”.
Stiamo andando verso il centro di Milano in cerca della migliore birreria della città!“. L’occasione, in effetti, merita un “prosit” di tutto rispetto. Rainer Senoner, uomo simbolo, ma anche pratico, della Saslong, è ovviamente soddisfatto. La sua Gardena ha ottenuto il lasciapassare Fisi per poter porre la sua candidatura ai Mondiali di Sci Alpino del 2029. Il Consiglio Federale ha dovuto scegliere perché sullo stesso tavolo luccicava anche la proposta di Sestriere.

La decisione era comunque nell’aria, no?
Guarda, quando c’è di mezzo una votazione non c’è mai nulla di certo. E sicuramente non avevamo sottovalutato la candidatura di Sestriere che rispettavamo al massimo. Abbiamo pensato solo a una cosa: presentarci al meglio delle nostre possibilità.

Avete vinto per il nome Gardena o per i contenuti del progetto?
Non so di preciso cosa abbia pesato nella testa dei votanti. Di certo Val Gardena è sinonimo di credibilità che si è guadagnata nell’arco di decenni. Quello che però può aver giovato di più, è che abbiamo già tutto! E la parola sostenibilità spesa con contenuti tangibili penso abbia avuto il suo peso. Si consideri che qui abbiamo già tutto, piste, strutture alberghiere, un comitato che lavora assieme da anni e ricco di giovani che sostengono un eccezionale lavoro di gruppo. Dai, diciamo che possiamo lavorare per un buon Mondiale. Santo cielo, pardon… volevo dire per una buona candidatura!

Già, bisogna attendere 3 anni per la decisione che arriverà nel 2024. Nel frattempo?
Uh… ce n’è da fare! Il progetto è stato scritto ma fin da ora bisogna affinarlo e portarlo avanti. La parte pratica dovrà essere l’esatta fotocopia, se non migliore, di ciò che abbiamo messo giù nelle nostre intenzioni. Dobbiamo creare la sostenibilità di tutte le parti in gioco e che sia un Mondiale condiviso al 100 per 100 dall’intera valle.

Conoscete già ipotetiche avversarie?
Non ancora, per ora si conoscono le candidature del 2027. Noi ci siamo portati avanti ma a livello nazionale per corrispondere ai regolamenti interni.

Quando troverete la birreria giusta con chi brinderai?
Con me ci sono il Sindaco di Selva Gardena Roland Demetz, Moriz Demetz, membro del Saslong Classic,  Christof Vinatzer in rappresentanza del turismo e poi l’immancabile Igor Marzola.

In genere il vincitore fa una dedica o un ringraziamento…
Devo ringraziare davvero di cuore il Consiglio direttivo e certamente il Presidente Flavio Roda per la fiducia“.

Il brindisi ha avuto comunque vita molto breve. Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, attende a palazzo il “dream team” gardenese con una bottiglia doc pronta per essere stappata! Rainer Senoner: “Grazie al Rainer Senoner: “Grazie al

Credit © Hannes Kröss

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.