Notizie

Ristori Maestri e scuole sci, l’impegno del Governo

Ristori Maestri e scuole sci, l’impegno del Governo
È stato decisamente un periodo molto impegnativo quello delle ultime settimane che ha visto coinvolti i vertici dei Professionisti della neve, ovvero Col.Naz. – Collegio Nazionale dei Maestri di Sci e AMSI – Associazione Maestri Sci Italiani.

Si fa riferimento in particolare a quell’intenso lavoro sinergico, svolto senza eccessivo clamore ma con solida determinazione come si conviene alla categoria professionale e alla storia che contraddistingue la Scuola Italiana Sci, che sta finalmente ottenendo gli obiettivi sperati.

L’insistente attività di stimolo, supporto e suggerimento svolto dal Col.Naz. e AMSI (vedi appendice sotto) è risultata fondamentale e necessaria per evidenziare ed agevolare alle autorità di governo, la comprensione degli aspetti legati alle attività sul campo dei Maestri di sci.

Sul punto si ricorda: la realizzazione di Vademecum e Linee Guida e di tutto il materiale esplicativo con l’immagine di Leo Monthy, oltre ad alcune iniziative specifiche volte a sollecitare e a “riportare” i Maestri di sci in pista per insegnare agli allievi, come invece responsabilmente determinato per gli Allenatori di sci (anch’essi maestri).

Non da ultimo, occorre annoverare, in questo breve riassunto, anche la richiesta al Governo di adottare misure concrete e straordinarie a sostegno della categoria nell’ambito della definizione dei cosiddetti “Ristori” che si è concretizzato nell’approvazione di un ordine del giorno alla Camera dei Deputati, primo firmatario l’On. Francesco Lollobrigida. (a destra nella foto copertina)

Quest’ultimo e importantissimo passaggio ha visto nel pomeriggio di venerdì 18 dicembre alla Camera dei Deputati l’impegno formale da parte del Governo ad adottare misure straordinarie a sostegno dei maestri di sci e delle Scuole di sci stanziando le risorse necessarie per finanziare un contributo per i Maestri di sci e le Scuole.

La richiesta da parte di Col.Naz. e AMSI individua un ristoro compreso tra il sessanta e l’ottanta per cento dei mancati fatturati/compensi rispetto alla media delle ultime tre stagioni.

Il Governo si è anche impegnato nel convocare un apposito tavolo di lavoro con le Associazioni di categoria al fine di valutare con urgenza gli interventi più opportuni. Questo ora è un impegno formale da parte del Governo e che finalmente dà una boccata d’ossigeno ai 15.000 Maestri di sci e rispettive famiglie

 

 

Al termine dei lavori della Camera dei deputati, l’on. Francesco Lollobrigida, primo firmatario dell’Ordine del Giorno ha dichiarato: “Grazie a Fratelli d’Italia, con il sostegno di altre forze politiche, è stata colmata un’inspiegabile lacuna del governo: con la nostra proposta sarà garantito un sostegno a due importanti categorie, MAESTRI e SCUOLE di SCI. Il nostro obiettivo è quello di supportare il settore del turismo invernale, fondamentale non solo per la filiera del comparto montano ma nevralgico per l’economia della nostra Nazione”.

Altro aspetto significativo è quanto ha dichiarato l’on. Enrico Borghi (a sinistra nella foto copertina), co-firmatario dell’emendamento: “Oggi alla Camera abbiamo svolto un lavoro positivo per il sostegno dell’economia della montagna, e per il comparto delle professioni legate allo sci colpite dalla pandemia in corso.

E la cosa positiva è stata la convergenza che si è realizzata a livello parlamentare, con un confronto serio tra maggioranza e opposizione che ha consentito di apporre anche le nostre firme all’Ordine del Giorno presentato dal collega Lollobrigida di Fratelli d’Italia, per giungere successivamente ad un voto dell’aula che a larghissima maggioranza ha impegnato il Governo a sostegno dei MAESTRI di SCI, le SCUOLE SCI, sollecitando al contempo interventi significativi con iniziative di carattere economico per l’intera filiera legata agli sport invernali e al turismo montano”.

A tutte parti politiche coinvolte, Col.Naz. e AMSI rivolgono un sentito ringraziamento per quanto stanno facendo e che testimonia la vicinanza alla categoria e in generale al comparto montagna in questo momento di grande difficolta

 

[appendice]

1) 27/10/2020: Strutturazione Linee Guida per i maestri di sci e le scuole di sci, vademecum per Maestri di sci, Flow chart dell’attività di Scuola;

2) Elaborazione del materiale e campagna rispetto norme COVID-19

3) 21/11/2020: Convegno Nazionale Direttori di Scuola sci

4) 01/12/2020: Nota trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro degli Affari regionali, al Ministro per lo sport e alla Conferenza Stato Regioni per richiedere l’estensione di quanto previsto per gli atleti di interesse nazionale ai maestri di sci con i propri allievi;

5)  11/12/2020: Nota trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, alla Conferenza Stato Regioni ai presidenti Regione per precisazioni sulla professione del maestro di sci;

6) 18/12/2020: nota trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, alla Conferenza Stato Regioni ai presidenti Regioni per quantificazione perdite e richiesta individuazione ristori

7) 18/12/2020: Odg alla Camera dei Deputati, prima firmatario On. Lollobrigida (Fratelli d’Italia) che impegna il governo ad adottare misure straordinarie a sostegno della categoria. Predisponendo un fondo compreso tra il 60 e l’80% del fatturato/compensi prendendo come base di riferimento la media riferibile alle ultime tre stagioni e considerando i periodi di novembre, dicembre e gennaio che, sul totale, corrispondono al 50% dell’intera stagione sciistica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.