Notizie

Si è spento Ferruccio Tomasi, il “Guardiano” dello Stelvio

Si è spento a Verona Ferruccio Tomasi, nato nella piccola stazione bresciana di Canè di Vione, ma vero cittadino della montagna. È stato per molti anni direttore del Parco Nazionale dello Stelvio e ha condotto per una vita la scuola sci Tre Valli Maniva-Pezzeda.

Se n’è andato ieri all’età di 84 anni per un male incurabile. La Valle Camonica è sempre stata la sua patria, dividendosi tra Cané, Brescia e Bedizzole, tutti orgogliosi per quella nomina che ricevette anni fa quale console onorario di Malta.

Ferruccio è legato anche alla storia dei maestri di sci. Ha diretto per diverse stagioni la Coscuma fino a quando a partire dal 2004 è stato messo al vertice del Parco dello Stelvio. Incarico che ha ricoperto con grandissimo amore fino al 2014.

La salma di Tomasi rientrerà a Canè domani pomeriggio e il funerale si svolgerà alle 15.30. Ferruccio lascia la moglie Rossella e i figli Riccardo e Michele. E una montagna di amici. Si è spento Ferruccio Tomasi

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.