Notizie

Stelvio, apertura rinviata di qualche giorno

Stelvio, apertura rinviata di qualche giorno.
Lo Stelvio è costretto a rimandare l’apertura di qualche giorno rispetto alla data prevista di sabato 12 giugno. Nessun problema legato alla sicurezza della funivia che tra l’autunno e la primavera è stata rimessa a nuovo. Dopo le tragiche vicissitudini il Ministero ha ulteriormente rafforzato i controlli sulla documentazione di collaudi e revisioni della rete impiantistica e questo ha evidentemente creato un certo ingolfamento.

La funivia Passo Stelvio- Trincerone, ha superato tutti i collaudi ma essendo su territorio lombardo e altoatesino non dipende da competenze regionali ma nazionali. Questo comporta un lieve ritardo nel rilascio delle autorizzazioni.

Questo il comunicato

Umberto Capitani, gestore della società impianti Sifas dice: “Il ritardo dell’apertura è causato da un iter burocratico che – giustamente – le autorità competenti hanno messo a maggior rigore. Non dipende, dunque, da problemi tecnici dell’impianto che è stato recentemente messo praticamente a nuovo. Sono dispiaciuto di non poter aprire ancora la funivia, ma sono certo che gli appassionati, desiderosi di accedere al ghiacciaio, potranno comprendere il disagio di questo nuovo rinvio. Non posso dare una data certa di apertura, ma il tutto dovrebbe risolversi nel giro di pochi giorni“.

In realtà gli impianti sul ghiacciaio saranno in funzione, quindi la funivia del Livrio e gli skilift Geister 1 e 2 e Cristallo. Per chi aveva prenotato presso gli hotel in quota sarà messo a disposizione un tipo di trasporto privato da parte dei gestori delle strutture ricettive. È bene dunque prendere contatti con gli hotel di riferimento.
Stelvio apertura rinviata di Stelvio apertura rinviata di

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.