Notizie Eventi

Torino si aggiudica i Giochi invernali Special Olympics 2025: “The future is here”

Torino si aggiudica i Giochi invernali Special Olympics 2025: “The future is here”
Assegnati all’Italia, a Torino, i Giochi Mondiali Invernali Special Olympics 2025. L’assegnazione è subordinata alle relative garanzie economiche previste. Questo è quanto ufficializzato in occasione del Board Internazionale di Special Olympics cui hanno partecipato Valentina Vezzali, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, la Ministra per le disabilità Erika Stefani:“Soprattutto sul tema delle disabilità, lo sport sarà la grande scuola per tutti al fine di favorire un’effettiva inclusione che avvii una piena trasformazione culturale nel nostro Paese”.

La Ministra per le politiche giovanili Fabiana Dadone: “Ringrazio tutti ed accolgo con grande entusiasmo questa candidatura. Se siamo qui è sintomatico che questi Giochi rappresentano un’opportunità che va oltre le barriere, soprattutto quelle mentali, culturali”.

La Sindaca di Torino, Chiara Appendino: “Siamo entusiasti di questo progetto. Torino è pronta ad ospitare gli atleti Special Olympics, una delle realtà più belle che ho conosciuto in questi anni come Sindaca…veramente una comunità meravigliosa. I valori rappresentati da Special Olympics sono un esempio per tutti, specialmente per le generazioni future”.

In rappresentanza della Regione Piemonte erano presenti Paola Casagrande, Direttore Direzione Generale Turismo, Cultura, Gianluca Vignale, Capo di Gabinetto, Alberto Re, Ufficio Sport, che hanno espresso pieno supporto all’evento.

Sono intervenuti, a nome di Special Olympics Italia il Presidente Angelo Moratti, Federico Correzzola, atleta membro del Board di Special Olympics Italia e dell’International Olympics Academy e Alessandra Palazzotti, Direttore Nazionale di Special Olympics, Paola Mengoni, Direttore Sportivo e Carlo Cremonte, Direttore Regionale Team Piemonte. I

Giochi Mondiali Invernali Torino 2025, programmati dal 29 gennaio al 9 febbraio, coinvolgeranno 3.125 Atleti e Coach, 3.000 volontari, migliaia di persone tra staff, personale medico, familiari, media, ospiti, delegati ed oltre 300.000 spettatori.

Otto le discipline sportive suddivise tra Torino, Bardonecchia, Sestriere e Pragelato. Sci alpino (Sestriere), sci di fondo (Pragelato), danza sportiva, pattinaggio artistico, floorball, pattinaggio di velocità su pista corta (Torino), snowboard e corsa con le racchette le da neve (Bardonecchia).

La Cerimonie di Apertura e Chiusura saranno previste a Torino, presso lo Stadio Olimpico Grande Torino. Il logo di Torino 2025, creato per l’occasione, si compone di tre elementi: la Mole Antonelliana, simbolo della città di Torino, e le Alpi che ruotano, formando un fiocco di neve, intorno al logo di Special Olympics.

Il claim della candidatura relativa ai Giochi Mondiali  “c”, trascina con se una grande forza, che punta a costruire, attraverso il coinvolgimento di ognuno, in particolare dei giovani, un nuovo futuro. Torino si aggiudica i Giochi Torino si aggiudica i Giochi

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.