Notizie

Valanga in Val Veny 3 morti e alcuni feriti

E’ di 3 morti il bilancio della valanga di stamattina in Val Veny (Courmayeur), Plan de La Gabba-La Visaille, come riporta l’agenzia di stampa Adn kronos. Cinque i feriti, di cui 3 trasferiti in elicottero al pronto soccorso e altri due con ferite più lievi. Tutte le persone travolte dalla valanga stavano praticando sci fuoripista. Uno dei 5 feriti è ricoverato in rianimazione, in prognosi riservata. Gli altri due feriti, si apprende dal soccorso alpino valdostano, sono due belgi e due italiani. Gli uomini del Soccorso Alpino stanno cercando eventuali altri dispersi. Sul posto anche unità cinofile, oltre a due medici e uno disponibile in base di elisoccorso.  Il bollettino delle valanghe indicava rischio 3 su 5, cioè marcato. Il direttore del soccorso alpino ipotizza che il gruppo fosse troppo numeroso per quelle condizioni meteo caratterizzato dal vento caldo. Non ci sono invece dispersi nella valanga avvenuta a Colle San Carlo, tra la Thuille e Morgex. A quanto si apprende l’area è stata bonificata dal soccorso alpino e non sono state segnalate persone travolte dalla valanga.

Qui un VIDEO con l’intervista ai soccorritori della Guardia di Finanza tra i primi a intervenure sul posto:

 

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment