Sciare
15 Gennaio 2022

11,00

Settimo numero della stagione siglato 15 gennaio ma posticipato a oggi 17 per una buona causa: volevamo aspettare l’evolversi delle gare del week end, Wengen e Altenmarkt e possiamo dire che è valsa la pena attendere, considerando l’epilogo. Il 18esimo successo di Federica Brignone e l’incredibile podio di Giuliano Razzoli nello slalom conquistato con una manche stellare dal norvegese Braathen. Servizi, quest’ultimi, proposti solo in questa versione digitale.

Poi naturalmente l’agonismo, fa lo slalom passando da Zagabria, Adelboden e Schladming. E con un servizio esclusivo dedicato a Nadia e Nicol Delago, intervistate da Ninna Quario.

Nelle pagine di inizio rivista, spazio alle consuete rubriche tecniche, con gli interventi dei maestri di sci con Amsi e Colnaz, quindi degli sport invernali paralimpici (Fisip), dello psicologo dello sport Matteo Vagli, del traumatologo Fabio Verdoni, dell’avvocato Francesco Persio nella descrizione dei nuovi articoli sulla sicurezza (Legge 40) e degli amici dell’Esercito con lo spazio Meteomont.

Il nostro esperto di attrezzatura Geremia Vannetti vi porta nel mondo dell’attrezzatura di sci e scarponi dedicati alle sciatrici. Poi una panoramica in Casa Uyn e Aesse.

Ampio spazio, come sempre, dedicato al turismo. In questo numero vi portiamo a scoprire il Tour delle Cime nel comprensorio 3 Zinnen, poi in Val d’Ega, a Cartina, in Val di Sole, nell’incredibile igloo del Tonale, e nella splendida Vail che ha qualche problemino da risolvere.

Diverse pagine dedicate a Circo Giovani, con una lettera del presidente di Assosci Christoph Senoner, la 16enne Martina Zanitzer e una panoramica sul Gran Prix Italia che sta entrando nel vivo. Il professor Walter Stacco, nella consueta rubrica “Senza Scarponi” parla della sfida Resistenza vs Fatica.

Poi Circo Master con le gare della Fis Master Cup disputate a Pila e il circuito Autodrive. In chiusura un interessante servizio dello scialpinista Franco Gionco che ha attraversato le Alpi in lungo e in largo con un’auto elettrica.

COD: EDI_C_SCI_749 Categoria: Tag:

Descrizione

La redazione di Sciare magazine inizia a vivere il 1° dicembre del 1966, quando Massimo Di Marco esce con il primo numero della testata.

Nel 2002 il Direttore Massimo cede la direzione al figlio Marco Di Marco (marco@sciaremag.it) che continua a condurre la testata quindicinale, oltre che gestire il sito www.sciaremag.it e la parte “Social”.

Geremia Vannetti (geremia@sciaremag.it) è il capo redattore e oltre alla “cucina” di redazione, segue in particolare modo il settore dell’attrezzatura, della moda e cura l’annuario Guida Tecnica all’Acquisto.

L’agonismo è gestito da Maria Rosa Quario (ninna@sciaremag.it), in arte Ninna, protagonista della Valanga Rosa tra il ’79 e l ’86 come slalomista. Madre di Federica Brignone, una delle nostre numero uno della squadra Azzurra, dirige anche le prove degli sci Junior. Intervengono anche Max Blardone e Denise Karbon

La direzione tecnica è affidata a Giovanni Migliardi (migliardi@sciaremag.it) che è anche il responsabile del programma prove materiali. Giovanni è il Rettore di Sciare Campus – l’università della Tecnica

Andrea Ronchi (andrea@sciaremag.it), gestisce il settore del turismo e di tutto ciò che ruota attorno a uno degli argomenti principali della testata.

La redazione si completa poi con numerosi collaboratori esterni, come Enrico Ravaschio, padre-padrone, del mondo Master, Gianluca Grigoletto (Tecnica), Gianandrea Lecco (Freeski), Franco Gionco (Sci alpinismo), Giovanni Bruno (attualità e costume).

Segue una schiera di sciatori appassionati, ma professionisti in alcuni settori di cui firmano apposite rubriche: Walter Stacco (Preparazione atletica), Matteo Vagli (Psicologia), Luigi Borgo (letterato), Giulio Pojaghi Bettoni e Francesco Persio (Legge), Fabio Verdoni (Traumatologia), Dino Palmi (skiman), Adriano Castiglioni (scienza). Esercito italiano (Nivologia), Alberto Dolfin (Fisip), Giovanni Milazzo (Amsi), Massimiliano Alpe (Colnaz), Daniela Arsie (Senior)