Turismo

2000 sciatori all’apertura di Cervinia

Si è aperta con grande successo la stagione invernale di Breuil-Cervinia: nel fine settimana del 16 e 17 ottobre sono stati circa 2’000 gli appassionati dello sci e della montagna che hanno approfittato degli impianti per salire a Plateau Rosa e svalicare in Svizzera.

Un’inaugurazione che ha rivestito un valore particolare, dopo il lungo stop forzato a cui è stato sottoposto tutto il comparto montano nazionale.

Non è quindi un caso che l’attenzione fosse tanta e Cervinia avesse gli occhi puntati addosso. Grazie all’organizzazione scrupolosa e al grande senso di responsabilità degli sciatori, che hanno seguito alla lettera le regole, non è stato registrato il minimo problema agli ingressi o sugli impianti.

La copertura mediatica è stata enorme, con numerose reti televisive nazionali che hanno documentato in diretta i controlli alla partenza e l’atmosfera sulle piste, lanciando un messaggio positivo di cui la montagna aveva realmente bisogno.

Non c’era modo migliore per dare il via a una stagione lunghissima, di quasi 7 mesi, che si chiuderà il 1° maggio 2022.

Nel frattempo sul versante italiano prosegue l’innevamento artificiale e si attende che le condizioni meteorologiche consentano la messa in funzione di tutti gli impianti del Cervino Ski Paradise, con i 360 chilometri di piste che fanno di Cervinia-Valtournenche-Zermatt uno dei più grandi comprensori sciistici transfrontalieri.

Per poter affrontare in sicurezza il prosieguo della stagione invernale, la CERVINO S.P.A. auspica che in tempi brevi venga autorizzato l’utilizzo di un sistema di controllo automatizzato di green pass e documenti, in modo da velocizzare sensibilmente l’ingresso agli impianti.

Sistemi che eviterebbero, nei periodi di grande afflusso o in alta stagione, proprio la verifica dell’idoneità di accesso possa generare code e assembramenti, trasformandosi nella principale criticità.

Sono numerosi i progetti di respiro internazionale che coinvolgono in prima persona gli impianti e la destinazione, come le prime gare transfrontaliere della Coppa del Mondo di Sci alpino che Cervinia ospiterà congiuntamente con Zermatt, probabilmente all’inizio della stagione 2022/2023, o il Matterhorn Alpine Crossing, il futuristico attraversamento alpino che dall’autunno 2022 collegherà direttamente Cervinia a Zermatt.

Inoltre la CERVINO S.P.A. sta mettendo in campo importanti investimenti a livello infrastrutturale e di servizi, i cui benefici ricadranno su tutta la destinazione di Breuil-Cervinia e della Valtournenche.

A partire dalla creazione di una moderna struttura di marketing e comunicazione, che contribuisca a trasformare la società in un’eccellenza in grado di competere alla pari con le principali realtà nazionali e internazionali del settore.

A livello di impianti, una seggiovia ad alta portata ad agganciamento automatico rimpiazzerà lo skilift Gran Sometta. Le stazioni saranno sottoposte a un restyling che ne migliorerà l’estetica, rendendole più gradevoli. 2000 all’apertura di Cervinia

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.