Turismo

Alpe Lusia e S. Pellegrino premiata da “Skiresort”

XC’è aria di festa e di grandi soddisfazioni per le skiarea Alpe Lusia – San Pellegrino: secondo “Skiresort”, il più grande portale di test di comprensori sciistici nel mondo, ha classificato il comprensorio come top. Gli esperti (di Skiresort.de) hanno effettuato la valutazione nello scorso mese di gennaio, attribuendo in particolare al comprensorio San Pellegrino-Falcade 17 premi che gli hanno fatto guadagnare 4,2 su un totale di 5 possibili stelle. Invece, la skiarea Alpe Lusia, valutata sempre a metà gennaio, ha ottenuto 13 premi, raggiungendo così 4 stelle e posizionandosi in zona top. Il portale prende in considerazione 18 criteri di valutazione e per la precisione, quelli considerati prioritari quali: dimensione del comprensorio sciistico, offerta piste e varianti delle discese, impianti di risalita, sicurezza neve, preparazione delle piste. Ulteriori analisi riguardano: accesso e parcheggi; orientamento (mappa, pannelli informativi etc); pulizia e condizioni igieniche, esercizio ecologico degli impianti, cortesia del personale, ristoranti in quota e rifugi, après ski, offerta di alloggi direttamente sulle piste. Infine vengono considerati alcuni interessi specifici come: famiglie e bambini, principianti, sciatori esperti, freerider, snowpark, sci di fondo e piste di fondo.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment