Turismo

Cimone: non era mai successo!

Quella del Cimone è una delle zone più baciate dalla Dea neve. In 24 ore si è scatenato… il Paradiso! Ci sarebbe la possibilità di aprire l’intera rete di impianti, ma una pista dovrà per il momento rimanere chiusa – udite-udite – per pericolo valanghe! L’evento è storico perché la nevicata di lunedì 13 novembre, che ha portato quasi un metro di neve in altura, ha permesso all’organizzazione, grazie ad un vero tour de force, di rendere aperte al pubblico quasi l’80% delle piste del Comprensorio Sciistico del Monte Cimone. “E’ la prima volta che apriamo così presto – spiega il Presidente del Consorzio Luciano Magnani – e possiamo dire con soddisfazione di trovarci di fronte ad un lungo inverno, speriamo carico di grandi gioie per tutto il tessuto turistico locale“. Già da lunedì i centralini del Consorzio, il sito www.cimonesci.it e le pagine Facebook ed Instagram di CimoneSci sono stati presi d’assalto da sciatori, turisti e curiosi, tanto che i video inseriti nelle pagine hanno raggiunto più di 250 mila visualizzazioni, scatenando un vero tam tam nella rete.

Ma quali saranno le piste aperte in questo fine settimana? “Le stazioni di Passo del Lupo, Lago Della Ninfa, Cimoncino e Le Polle saranno quasi interamente a pieno regime, con alcune eccezioni come il Secondo Tronco del Cimoncino che pensiamo di aprire più tardi“, continua Magnani. “Devo dire grazie a tutti i Comuni di Fanano, Montecreto, Riolunato e Sestola e agli operatori del nostro Comprensorio per avere lavorato duramente in questi giorni per il raggiungimento di questo importante obiettivo. Aprire a questo punto dell’anno, in così poco tempo, è segnale di grande professionalità“.  Le piste del Cimone quindi vi aspettano, visto che da sabato saranno aperte tutti i giorni della settimana in modo da dare il servizio più completo possibile con anche tante iniziative musicali e di intrattenimento organizzate per i fine settimana a cura degli operatori turistici delle stazioni sciistiche. Da segnalare inoltre una sempre suggestiva novità per gli ospiti delle stazioni sciistiche del Cimone come la cena in altura al Rifugio di Pian Cavallaro e la discesa verso Passo del Lupo con le fiaccole: provare per credere! Per il bollettino neve e la situazione degli impianti il Consorzio del Cimone invita a consultare quotidianamente il sito www.cimonesci.it per le informazioni più aggiornate.

Non solo sci, però, sul Cimone.  L’offerta sportiva dei Comuni del Cimone è varia: già ora Palaghiaccio Fanano e la Piscina di Sestola sono a pieno regime, così come i campi da tennis al coperto di Sestola (terra rossa) e Fanano (campo sintetico).
L’offerta del Cimone non si ferma solo allo sport, ma a tantissime altre situazioni per tutto l’inverno. I Comuni del Cimone hanno già predisposto una serie di iniziative che andranno a coprire tutta la stagione con un focus più importante sul Natale, dove sicuramente si concentrerà il maggior numero di turisti: ciaspolate in alta quota, concerti, festoni di Capodanno e iniziative per bambini. Alcuni esempi? Spettacolo senza eguali alla Rocca di Sestola per ‘Brucia La Rocca’, uno spettacolo pirotecnico al Castello di Sestola il primo giorno del 2018, poi il Galappennino di Pattinaggio Artistico al Palaghiaccio Fanano, con ospiti nazionali ed internazionali dello sport (6 gennaio 2018), musica e spettacolo e per i più piccoli, il Villaggio di Babbo Natale nel contesto da favola del Parco dei Castagni di Montecreto.

Altra novità: tutte queste attrazioni, per il secondo anno consecutivo, saranno raggiungibile anche con il Christmas Bus, attivo durante il periodo delle vacanze di Natale, una navetta che collegherà Fanano, Sestola e Montecreto per tutte le vacanze, dando un grande servizio a tutti coloro che non avranno voglia di spostare la macchina.
Che dire, con questa neve e queste iniziative il Natale sul Cimone si preannuncia da record.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment