Turismo

Comprensorio Gitschberg Jochtal, è record: triplicate le presenze rispetto al 2016

Comprensorio Gitschberg Jochtal, è record: triplicate le presenze rispetto al 2016.
È stato un inizio di stagione davvero positivo quello all’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria, territorio vocato alle attività outdoor ma anche meta per chi vuole vivere una vacanza rilassante a contatto con la natura.

Il comprensorio sciistico conta 55 chilometri di tracciati ad altitudini tra i 1.400 e 2.500 metri di quota, 24 diverse piste da sci di cui 4 nere per sciatori esperti, che sanno affrontare pendenze molto ripide e irregolari. Qui il divertimento è assicurato per esperti e principianti grazie alla condizione ottimale delle piste, quest’anno garantita più che mai dalle basse temperature e dal perfetto innevamento. La zona è un paradiso anche per chi non scia, con la presenza di ben 22 tra malghe e baite, aperte agli ospiti per riscoprire il fascino di una vacanza più lenta e genuina.

«Abbiamo inaugurato la stagione sciistica il 7 dicembre scorso con i migliori auspici, Il lungo week-end è stato il nostro banco di prova che abbiamo superato a pieni voti! Un inizio così ci fa ben sperare, un fine settimana caratterizzato dalla presenza di stranieri ma soprattutto da turisti locali che riscoprono e apprezzano i nostri territori» afferma Stefan Gruber presidente dell’associazione turistica Gitschberg Jochtal.

«Sento i nostri albergatori molto motivati, il trend delle prenotazioni va a gonfie vele e, dopo una lunga stagione sottotono caratterizzata dal Covid, c’è estrema voglia di andare avanti e crescere.

In poco meno di un mese abbiamo venduto 10.000 skipass stagionali,

un vero successo se pensiamo che nella stagione 2016/2017 ne avevamo venduti 3.400. Abbiamo in sostanza triplicato le nostre presenze: un trend in controtendenza rispetto ad altre zone, anche grazie alle condizioni perfette delle nostre piste da sci» rimarca Stefan Gruber.

Oltre allo skipass quest’anno l’ospite può contare sull’Almencard, rilasciata senza costi aggiuntivi agli ospiti al momento del check-in nelle strutture convenzionate, e con la quale si può viaggiare gratuitamente su tutti i mezzi pubblici in Alto Adige, usufruire dell’Almbus (il bus shuttle che collega Rio di Pusteria con l’Alpe di Rodengo e Luson) o visitare più di 90 musei ed esposizioni.

Il comprensorio sciistico Gitschberg Jochtal racchiude le località altoatesine Rio di Pusteria, Maranza, Valles, Spinga, Vandoies, Fundres, Vallarga e Terento, e offre scorci e scenari meravigliosi dove vivere una vacanza sulla neve in tutta sicurezza e senza pensieri.

Un’offerta turistica a 360 ° che soddisfa tutti coloro che desiderano un contatto diretto con la natura e le sue bellezze, appaga il palato con la deliziosa e genuina cucina altoatesina e fa sentire subito a casa con quel senso di ospitalità. Un bouquet di offerte variegato che spazia dallo sci, allo slittino, dallosnowboard ad una tranquilla gita in carrozza trainata da cavalli per catturare ogni dettaglio dell’inverno altoatesino. Comprensorio Gitschberg Jochtal è Comprensorio Gitschberg Jochtal è

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment