Turismo

San Martino di Castrozza, pronta la nuova seggiovia Cigolera

La skiarea San Martino di Castrozza – Passo Rolle è pronta a inaugurare la nuova seggiovia Cigolera che va a sostituire la vecchia sciovia. Questo accade appena un anno dopo l”entrata in funzione della cabinovia Colbricon Express. Il nuovo impianto, una seggiovia esaposto ad ammorsamento automatico firmata Leitner, avrà una portata oraria di 2.000 persone. Con  un tempo di percorrenza di soli tre minuti e mezzo e servirà un punto nevralgico del Collegamento Ces – Tognola, nel celebre Carosello delle Malghe.

La nuova seggiovia partirà dalla stazione a valle dell’impianto Rododendro e arriverà più in alto rispetto al vecchio skilift, a 2250 metri di quota. A servizio dell’impianto entreranno in funzione tutte le opere già realizzate in precedenza sul versante di Cima Tognola: la sistemazione e l’ampliamento delle piste da sci, la creazione del raccordo Cima Tognola – Cigolera e il potenziamento dell’impianto di innevamento programmato.

Così facendo, l’operatività della seggiovia dovrebbe essere garantita anche in caso di vento, servendo due piste di medio livello molto importanti sia per lo sciatore settimanale che per gli sci club della zona, che da sempre si allenano sulla pista Cigolera. La nuova seggiovia sarà la prima delle due opere che andranno a modernizzare entro il 2020 il collegamento Ces – Tognola, snodo cruciale per l’intera skiarea.

Per l’inverno successivo è infatti prevista la realizzazione di un secondo impianto che, dall’arrivo della nuova seggiovia, permetterà di raggiungere Cima Tognola in pochi minuti e mandare così in pensione la vecchia seggiovia Graffer.

Tante belle novità dunque per chi cerca una vacanza all’insegna dello sci gourmet in quest’angolo di Trentino che permette di coniugare il divertimento sulla neve e il fascino di una natura unica, con panorami mozzafiato sulle Pale di San Martino, il gruppo più esteso delle Dolomiti patrimonio Unesco.

Proprio per questo motivo da non perdere i numerosi eventi e le tante offerte dedicate all’imminente stagione invernale! Si comincia con il Free Ski Day di sabato 14 dicembre, giornata in cui i Maestri delle Scuole di sci del Trentino saranno a disposizione per lezioni collettive gratuite di 2 ore al mattino a bambini (dai 4 anni) e adulti nelle discipline di sci, fondo e snowboard.

Da non perdere poi le offerte San Martino Ski Start (8-22 dicembre) e Dolomiti Ski Smart (5-26 gennaio), pacchetti dedicati al pernottamento in hotel con incredibili sconti sullo skipass. Questa e tutte le altre proposte vacanza in programma durante l’inverno 2019/20 sono consultabili su: https://www.sanmartino.com/it/proposte-vacanza/.

Per quanto riguarda gli eventi invece, anche quest’anno saranno riproposti gli appuntamenti con Trentino Skisunrise (4 gennaio, 1° febbraio e 22 febbraio), che prevedono un’abbondante colazione in quota e la successiva possibilità di sciare sulle piste appena battute dopo aver ammirato l’alba.

Grande attesa poi per San Martino Telemark Event (18-19 gennaio), la due giorni dedicata alla sciata a tallone libero con sessioni di sci accompagnato, corsi clinic e una divertente caccia al tesoro lungo le piste del Carosello delle Malghe.

Da segnalare inoltre i numerosi appuntamenti con Happy Cheese, perfetto binomio che coniuga il divertimento sulle bianche piste della skiarea ad un aperitivo con degustazione dei migliori prodotti tipici locali.

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.