Attrezzatura

Head Ski Consumer 2020, l’ultimo giorno è fashion!

Giunge al termine l’Head Ski Consumer 2020 che oggi ha vissuto l’ultimo giorno che è decisamente fashion. Nella serata che anticipa l’ultimo giorno dell’evento organizzato da Head a Passo Monte Croce, sotto una mezza bufera di neve, assistiamo alla sfilata collezione abbigliamento 2021…

La passerella ci mostra una sequenza di completi da sci veramente eterogenea. Passa dall’eleganza sobria ma tecnologicamente evoluta, ai capi tecnici creati per il Team Rebel di Coppa del Mondo.

I sei ragazzi che a suon di musica si cambiano d’abito con la velocità della discesa di Wengen, mostrano una linea che ha come base materiali innovativi e a difesa dell’ambiente. Sono modellati in vari stili, dal vintage al moderno non trascurando il trend sempre attuale del capo.

E tra un cambio e l’altro, nella notte, sciatori indomiti dello staff Head, allietavano i presenti con giochi di luce, sciando sul pendio retrostante la passerella.

Body e caschi race li vediamo indossati da Werner Perathoner che nella notte percorre un SuperG illuminato.. Poi a nanna, per l’ultima intensa giornata di sci.

Stamattina i 100 consumer si sono divisi nei loro tre gruppi per provare l’ultima gamma a disposizione di questo esclusivo happening.

A noi toccano i modelli SuperShape e-Speed e e-Magnum ormai nomi presenti nel catalogo Head e che sono sinonimo di polivalenza. La vera essenza dello sci totale!

Non sci turistici o di secondo piano , ma altamente performanti che possiedono nella versatilità e facilità d’uso le loro caratteristiche peculiari.

Conoscendo e provando da anni i prodotti Head, pensavo di trovarmi di fronte alle abituali piccole migliorie.  Adattamenti consoni a una serie di prodotti ormai di successo da anni. Invece subito, al tatto, noto le sostanziali differenze con “l’attuale passato”.

Fianchi in ABS dal disegno trapezoidale, costosa opera manifatturiera che pone la presa di spigolo di questi sci efficace, veloce e semplice allo stesso tempo.

Una struttura simile ai modelli più aggressivi, una piastra con attacco dedicato e la grande innovazione. E poi quel E.M.C. di cui abbiamo parlato ieri e di cui si sentirà ancora parlare a lungo.

Insomma, oggi ci siamo trovati ai piedi degli sci che integrano perfettamente nella loro polivalenza l’archetipo da tempo desiderato dello sci totale.

Ai piedi, insolitamente per me, gli scarponi! Oggi, come nei giorni passati, ho abbandonato palestra e cattedra di insegnamento per mettermi gli scarponi. E che scarponi!

Il futuro dei quattro ganci Head marchiati 2021. Anche qui il cambio è di tipo epocale. Sotto la spinta dei tester di coppa del mondo e della nuova idea di sciata, Head ha innovato la gamma sia da un punto di vista strutturale che di forma.

Nuovi materiali plastici che garantiscono, maggior comodità e più performance fino ad oggi era un paradosso insostenibile. Già, fino a oggi. Nuove angolazioni e volumi interni dall’indiscusso comfort, una scarpetta con del gel che si inietta per garantire massima compattezza fra attrezzo e piede. E poi plastiche intelligenti che, seppur mantengano una granitica tenuta, sono allo stesso tempo malleabili e morbide.

Il tutto assemblato nei vari modelli dedicati a qualsiasi sciata e sciatore. Anche in questo caso abbiamo a che fare con lo sci, la sciata e lo sciatore/sciatrice totale.

Si termina di sciare al calare del sole, tutti velocemente salutano e si recano in camere per prepararsi al viaggio di ritorno. Molti avranno parecchie ore di strada da fare.

Tutto lo staff riorganizza la logistica che sarà impegnata anche nei prossimi giorni. Insomma lo sci totale è anche questo.Dietro al desiderio della curva perfetta, della discesa epica, ci sono persone che lavorano e che lasciano un segno indelebile su ogni traccia che abbiamo creato grazie al loro indefesso lavoro…

Da parte mia ringrazio tutti, lo staff Head, il personale sempre accorto e gentile dell’hotel e tutti i miei compagni di viaggio, amanti dello sci che hanno vissuto con me questa esperienza totale.

Da domani si torna alla vita “SenzaScarponi” non vedendo l’ora di rimetterli.

About the author

Walter Stacco

Walter Stacco

Docente di Scienze Motorie e Sportive. Metodologo della Scuola Regionale dello Sport del CONI Lombardia. Docente facoltà di scienze motorie università di Pavia