Attrezzatura

La nuova “Formula” di Head, scarponi racing ma non troppo!

La nuova “Formula” di Head, scarponi racing ma non troppo!
Lo scarpone vive, da sempre, del grande dualismo comfort contro performance. Spesso gli appassionati pensano che, per poter ottenere ottime prestazioni sulla neve, sia necessario orientarsi verso scarponi con calzata stretta, simile a quella utilizzata dagli atleti di Coppa del Mondo. Al contrario chi ama avere uno scarpone con cui sciare tutto il giorno pensa di dover rinunciare a certe prestazioni per timore di dover avere scarponi troppo stretti.

La ricerca e sviluppo di Head ha sfruttato l’avvento di nuove tecnologie ottenendo il giusto compromesso tra queste due realtà presentando, per la stagione 2021-2022 il nuovo Formula. Una scarpa dal DNA racing ma con una serie di accorgimenti che consentono massime prestazioni per tutto il giorno. In prartica la linea sostituisce la gloriosa serie Vector.

Il Formula RS 130. Questo è il top di gamma (98 mm), gli altri modelli della serie RS sono: Formula RS 120, Formula RS 110, Formula RS 105 W (lady), Formula RS 95 W (lady) e Formula RS 85 W (lady)

Lo scarpone deriva la sua struttura dal nuovissimo Raptor WCR utilizzato dai World Cup Rebels, presenta, infatti, un avampiede (toe box) allungato che consente di ridurre le torsioni dello scafo. Ma, al contempo, permette massima libertà alle dita dei piedi che si traduce in una maggior sensibilità e miglior trasmissione degli impulsi agli sci.

Il nuovo scafo, inoltre, consente, grazie alle sue inclinazioni, di avere una posizione più centrale che, tecnicamente, si traduce in maggior equilibrio e precisione durante tutto l’arco di curva.

Le plastiche utilizzate, le stesse utilizzate nei nuovi Raptor, consentono di avere un piegamento progressive che si traduce in una risposta armoniosa dello sci durante l’uscita curva, maggior precisione in fase di attacco e una riduzione delle vibrazioni.

Il Formula RS 120

Il FORMULA differisce dagli scarponi gara per la costruzione bi-iniettata.

La struttura dello scafo presenta plastiche di densità differente in base alle zone dello scafo. Con questa soluzione si ottiene un’ottimizzazione della struttura dedicando plastiche più tenere, elastiche e termosensibili alle parti più delicate per il comfort mentre per le zone strutturali viene usato un polimero più tenace.

Il Sistema di canting è stato rivoluzionato. Grazie all’alloggiamento del tallone arretrato è stato possibile spostare più indietro i due punti di fissaggio tra scafo e gambetto. Questo garantisce una leva migliore. Il Sistema di regolazione consente, in maniera facile e rapida, di modificare l’inclinazione del gambetto. Serve per incrementare o diminuire l’aggressività dello sciatore durante la sua sciata.

Il Formula RS 110 e il Formula 100

Il comfort, invece, viene garantito dalle tecnologie di termoformatura Form Fit per lo scafo e Perfect Fit 3D per le scarpette. Completa la proposta la tecnologia esclusiva di Head il sistema di personalizzazione Liquid Fit. Che consente, grazie all’utilizzo di una particolare paraffina e alle sacche presenti nella zona malleolare della scarpetta, di iniettare questo materiale per andare a riempire eventuali «spazi vuoti» del piede. E per garantire un migliore alloggiamento e avvolgimento del piede.

Il Formula RS 105 W

Il nuovo Formula ha l’obiettivo di soddisfare un largo numero di appassionati e per questo si propone con scafi in 2 larghezze.
La versione RS, forma 98 mm (Mis 265MP) per chi predilige o necessita di una scarpa che sia più avvolgente. Ma anche precisa e molto diretta nella trasmissione.
Specularmente la linea è caratterizzata dagli stessi scarponi in forma 100mm (Mis 265MP) destinato a chi necessita di maggiori volumi per ottenere il massimo comfort.Il Formula RS 95 W e il Formula 85 W. La versione semplice Formula (100 mm), contempla i seguenti modelli:: Formula 130, Formula 120, Formula 110
Formula 100, Formula 105 W (lady), Formula 95 W (lady) e Formula 85 W (lady)

La nuova “Formula” di Head La nuova “Formula” di Head

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.