Attrezzatura

Lo sciatore a San Valentino fa così!

Un video che riassume (simpaticamente) dove può arrivare l’accanimento passionale dello sciatore che a San Valentino, con la sua amata, fa così! Tre ragazze richiamano l’attenzione di tre impallinati della curva estrema da pista, vestite col solo underwear (Energiapura), nel mezzo di una pista! Cos’è un sogno? Forse neanche.

Ma abbiamo voluto simulare un’ipotesi nemmeno così campata per aria. Ebbene le tre fanciulle tengono strette altrettante paia di sci K2 Disruption. Apriti cielo… I nuovi Disruption, che la Casa americana ha appena messo sul mercato per accontentare i patiti delle curve in pista. Quindi che fare? Non ci sono dubbi, di corsa verso quella incantevole visione. Già, ma qual è? Le tre splendide ragazze o i nuovi sci?

Che domande… ovvio. Al diavolo i capelli biondi e tutto il resto.. Giù, in pista a provare i nuovi sci di un brand che ha fatto finora colpo nel mondo del freeride, ma che da qualche anno si è rimessa ad allargare il tiro. Pista allo stato puro!

Come va a finire? Che diavolo, siamo in Italia, siamo italiani. È finita benissimo, con curve tirate alla perfezione e poi, nel pieno rispetto di San Valentino…

Con i Disruption K2 ha presentato la sua rivoluzione targata 2020. Una nuovissima linea voluta, pensata e realizzata per la pista che consente alla Casa a Stelle e Strisce di offrire attrezzi performanti e in linea con le aspettative degli sciatori del 21esimo secolo.

I progettisti e i tecnici di K2 si sono lasciati ispirare dalla conquista della luna per mettere a punto i loro nuovi attrezzi. Come gli uomini della NASA che 50 anni fa permisero a Neil Amrstrong e Buzz Aldrin di toccare il suolo lunare, K2 ha compiuto un passo storico e coraggioso. Uscendo da quella zona di comfort, data dalla sua grande esperienza e conoscenza del mondo freeski, per avventurarsi in modo concreto ma innovativo verso le piste battute.

Performance è la parola d’ordine per i vari livelli e generi a cui si rivolgono i Disruption. Una gamma di sci che sostituisce le due storiche linee pista di K2, Charger e iKonic, integrando due modelli pensati per il pubblico femminile e targati Alliance, ovvero il gruppo di donne che collabora con i tecnici di Seattle per mettere a punto gli sci specifici per il pubblico femminile.

La gamma Disruption è molto completa, gli sci ben riconoscibili con la spatola squadrata che caratterizza tutti i modelli della linea. In relazione al livello tecnico e alla tipologia cambiano serigrafia e colorazioni.

Nero come la notte, veloce come un fulmine il Disruption MTi è la punta di diamante della nuova gamma. Con un centro sci di 74 millimetri e un raggio di curva di 18 metri (175 cm) si fa forte delle nuove tecnologie Titanal I-Beam (struttura con titanal) e Dark Matter Damping (inserti che smorzano le vibrazioni).

Il DSR MTi è una macchina da guerra, in pista è agile e veloce nei cambi, tanto da non sembrare uno sci con 18 metri di raggio.

Il passaggio da uno spigolo all’altro è rapido e divertente ma anche molto sicuro. La presa di spigolo è rapida e la conduzione precisa lungo tutto l’arco di curva. Anche sul ripido, e di ripido vero sulla Kandahar di Garmisch se ne trova.

Basti pensare che il muro Freie Fall (Caduta Libera) ha una pendenza del 92%, forse il tratto più ripido della coppa del Mondo. E poi è anche uno sci bello, nella sua essenzialità, e elegante con il nero della sua livrea che contrasta il bianco della neve.

Per gli archi più corti a disposizione c’è il DSR STi, con una struttura che prevede inserti ammortizzanti Dark Matter Damping e la tecnologia Titanal I-Beam.

Grazie al centro da 72 millimetri, il passaggio da spigolo a spigolo è fulmineo, mentre la chiusura di curva è garantita dalla spatola importante e sempre precisa nell’inserimento. In uscita poi il DSR STi è sincero e fluido con la coda che consente un facile svincolo.

Poi ci sono il DSR 78 Ti e il DSR 82 Ti. Questi modelli si possono classificare come allmountain, quindi adatti per qualche escursione dove la neve non è perfettamente battuta.

K2 Disruption DSR 78 Ti

Più morbidi e facili da deformare gli altri Disruption (SC, 78C, 76X) senza Titanal ma con un inserto in carbonio (Carbon I-Beam) che dà nerbo e reattività allo sci. La Linea si completa poi con 2 modelli lady: il Disruption MTi Alliance e il Disruption SC Alliance che, riprendendo le caratteristiche principali dei modelli unisex, sono stati costruiti appositamente per il pubblico femminile a livello di geometrie, strutture e risposte elastiche.

K2 Disruption 82 TI

Tutti i Disruption provati hanno una spatola corta con profilo speed rocker mentre la coda è piatta per fornire una tenuta ottimale in uscita curva.


K2 Disruption STI

completare le novità riguardanti la pista K2 ha messo a punto lo scarpone Recon Pro che, con flex di 140, 98 millimetri di last e il gambetto in Pebax, si rivolge agli sciatori più tecnici e amanti di una sciata briosa.

Inoltre il nero dello scafo si sposa alla perfezione con il Disruption MTi. Di questo scarpone è stata creata anche la versione Lady, Anthem Pro, con flex index 120 e last 98, perfettamente in sintonia, per prestazioni e aspetto, con il Disruption MTi Alliance.
Se siete pronti a rompere con il passato e sperimentare nuove emozioni i Disruption aspettano solo di essere provati.


Per questo video che abbiamo girato sulle nevi (splendide) di Folgaria, dobbiamo ringraziare i maestri Sebastiano Chiavellati, Federico Checcucci e Alberto Valentini. Ma ancor di più Carolina, Veronika e Arianna che si sono prestate a recitare con molta simpatia.

Gli sci K2 Disruption sono già disponibili nei negozi

Clinica dello Sport – Via Martiri della liberta n. 144, 13897 – Occhieppo Inferiore (BI)
Skiland, Via Cascinetta 36, 28013 – Gattico (NO)
Sporting San Lorenzo Carroccio 6, 20123 – Milano
Celso Sport Via Vallecetta 5, 23032 – Bormio (SO)
Gubert Sport Via Guadagnini 20, 38054 – Fiera di Primerio (TN)
Alternativa Sport  Loc. Sistiana 41/D, 34011 – Duino Aurisina (TS)
Test-One Fraz Bertoldi, 55, 38046 – Lavarone (TN)
Tecnosci Via Fermi 13/2, 38100 – Trento
Planet Sport, Viale Giacomo Matteotti 4, 50031 – Barberino del Mugello (FI)
Nencini Sport Via Salvanti 45/49, 50041 – Calenzano (FI)
K+K Sport, via Scilliar 9, 39040- Siusi (BZ)

Buon San Valentino a tutti!

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.