Attrezzatura

Novità Ispo 2020: K2 Skis è Disruption

Torniamo nel settore attrezzatura sci dell’Ispo 2020 per scoprire la novità di K2 Skis che è Disruption!

Disruption è infatti la nuova linea pensata da K2 per quanto riguarda gli sci da pista. Nuovi materiali, nuove tecnologie e una gamma di attrezzi che si adattano a tutte le esigenze e livelli. Una gamma di sci che sostituisce le due linee pista di K2, ovvero la Charger e la iKonic e le integra con due sci pensati per il pubblico femminile e targati Alliance, ovvero il gruppo di donne che collabora con i tecnici di Seattle per mettere a punto gli sci specifici per le sciatrici.

Il Disruption MTi è la punta di diamante della nuova gamma. Per gli archi più corti a disposizione c’è il DSR STi e poi i modelli un po’ più larghi al centro come l’82 Ti e il 78 Ti. Questi modelli si possono classificare come allmountain, quindi adatti per qualche escursione dove la neve non è perfettamente battuta. Nuovo anche lo scarpone Recon 140, il più prestazionale della linea.

Per gli archi più corti a disposizione c’è il DSR STi, con una struttura che prevede inserti ammortizzanti Dark Matter Damping e la tecnologia Titanal I-Beam.

Grazie al centro da 72 millimetri, il passaggio da spigolo a spigolo è fulmineo, mentre la chiusura di curva è garantita dalla spatola importante e sempre precisa nell’inserimento. In uscita poi il DSR STi è sincero e fluido con la coda che consente un facile svincolo.

Più morbidi e facili da deformare gli altri Disruption (SC, 78C, 76X) senza Titanal ma con un inserto in carbonio (Carbon I-Beam) che dà nerbo e reattività allo sci.

La Linea si completa poi con 2 modelli lady: il Disruption MTi Alliance e il Disruption SC Alliance che, riprendendo le caratteristiche principali dei modelli unisex, sono stati costruiti appositamente per il pubblico femminile a livello di geometrie, strutture e risposte elastiche.

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.