Attrezzatura

Uyn “Fusyon Cashmere Shiny” vince il Good Design Award

Uyn vince l’ambito trofeo Good Design Award, con Fusyon Cashmere Shiny. L’intimo tecnico di UYN che unisce lusso e prestazioni in una sintesi mai ottenuta prima ha ricevuto lil premio di design più antico, prestigioso e riconosciuto a livello mondiale.

Nato nel 1950, il Good Design viene assegnato annualmente dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design. Con la collaborazione con l’European Centre for Architecture, Art, Design and Urban Studies.

Una giuria composta da specialisti del settore seleziona i migliori prodotti di design provenienti da tutto il mondo. E li premia con il prestigioso logo del pallino nero nel riquadro rosso.

Da settant’anni Good Design rappresenta uno standard internazionale di riferimento per l’eccellenza nel design, nella funzionalità e nella sostenibilità.

Fusyon Cashmere Shiny, ha vinto nella categoria Personal, UYN. Che è tra le aziende che “hanno accettato con successo la sfida di realizzare i migliori prodotti di design per la platea sempre più ampia di consumatori globali”. Questo il commento di Christian Narkiewicz- Laine, presidente del Chicago Athenaeum Museum.

Da quando è stato presentato a ISPO Munich 2019, Fusyon Cashmere Shiny ha riscritto i canoni dell’underwear funzionale.

Per la prima volta, UYN ha introdotto le raffinate proprietà del Cashmere nell’abbigliamento sportivo.

Con la prerogativa di aver unito la lana della capra Hircus al Primaloft, alla fibra naturale Natex e all’Argenthon.

Un filato in grado di riflettere il calore corporeo e che dona a maglia e pantaloni il caratteristico stile luccicante.

Il risultato è un’esclusiva fusione di materiali pregiati che avvolge il corpo con un piacevole senso di benessere. E senza compromessi con lo stile e le prestazioni sportive.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.