Eventi

Il 14 marzo all’Alpe Cimbra sarà l’Inferno!

Non allarmi il titolo emblematico “Il 14 marzo all’Alpe Cimbra sarà l’Inferno!”. Anche nel comprensorio trentino la stagione è stato ancora peggio, ma per uscire dalle fiamme di una situazione a dir poco drammatica, ecco una sorta di esorcismo.

Si tratta di una tappa sulla neve della corsa a ostacoli più diabolica d’Italia, che si svolgerà a a Malga Millegrobbe a Lavarone (TN). Saranno 8 km e oltre venti ostacoli da superare ad attendere i protagonisti, ovvero i migliori atleti agonisti del paese.

Nel rispetto di regolamenti e protocolli sanitari in vigore (tra cui distanziamento e mascherine), la corsa a ostacoli che da anni si tiene nelle più belle location italiane è considerata una gara di rilievo nazionale dal CONI ed è quindi riservata agli atleti agonisti e si terrà a porte chiuse.

Il 2021 è anche l’anno Dantesco per celebrare i 700 anni dalla morte dell’autore della Divina Commedia, il testo base della lingua italiana e di conseguenza assunto a simbolo dell’unità del nostro Paese.

La corsa gli rende quindi omaggio a suo modo con vere e proprie bolge in partenza sulla start line. Diaboliche prove da superare per “uscire a riveder le stelle” dai nomi di ispirazione dantesca. Come Lucifero, Caronte, Malebolge e Cerbero, che si tingono della neve della fantastica conca di Millegrobbe.

Il percorso sarà interamente su neve e prevede un dislivello complessivo di quasi 200 metri, ma le difficoltà arriveranno dagli ostacoli.

Sei degli ostacoli saranno tra i più temuti in quanto “in sospensione”, ovvero da superare senza contatto con il terreno, per i quali ogni atleta avrà a disposizione un solo tentativo.

Per poter rientrare in classifica se ne potranno sbagliare solo due, per ogni ostacolo fallito l’atleta dovrà completare subito prima del traguardo un penalty loop.

Tutto ciò in base al regolamento della Federazione Italiana OCR, organizzatrice del Campionato Italiano, in base al quale non sarà ovviamente consentito dare o ricevere aiuto.

Nel complesso un movimento sportivo in continua crescita: in tutte le obstacle race italiane sono stati circa 50mila gli appassionati coinvolti solo nel 2019.

La gara è qualificante per gli Europei di specialità che sono previsti appunto in Trentino, in Val di Fiemme, il prossimo giugno 2022.

Solitamente, ma non per questo anno particolare, INFERNO apre le proprie porte anche ai non agonisti che si trovano di fronte un evento adrenalinico e divertente.

Non una semplice corsa ma una sfida con se stessi grazie alla quale affrontare col sorriso i propri limiti, riscoprendo determinazione ed energia.

Per superare i diabolici ostacoli naturali e artificiali presenti sui tracciati di Inferno, caratterizzati da vari dislivelli e distanze, serviranno forza, velocità, agilità e resistenza.

Il segreto per raggiungere il traguardo sarà soprattutto la determinazione che ogni partecipante dovrà trovare in se stesso. Come? Ad esempio scavalcando muri lungo il percorso.

Oppure risalire corde, attraversare funi in equilibrio o strutture in sospensione appesi a pioli ed anelli.

Come quella di molte donne, spinte dal desiderio di rimettersi in gioco dopo un periodo difficile. E dimostrare di potercela fare! Ma anche di uomini, alla ricerca di esperienze emozionanti per uscire dalla propria comfort zone.

E sempre più spesso anche di famiglie, che scelgono di condividere questa nuova passione sportiva outdoor.

INFERNO SERIES
Il circuito partirà sabato 13 marzo con Inferno Snow dalla innevata Alpe Cimbra. Poi prosegue con la tappa di primavera (da annunciare a breve). Infine si concluderà a ottobre con INFERNO MUD.

Sabato 9 e domenica 10 ottobre che si celebrerà in a Figline Valdarno (FI), il gran finale di stagione con Inferno Mud.

Tra i vigneti e le colline del Chianti, il Norcenni Girasole Village ospiterà la tradizionale edizione fangosa su 12 km con oltre 30 ostacoli.

Domenica 4 ottobre si terranno Inferno Kids e la Short Course di 5 km e 20 ostacoli.

LE QUALIFICHE PER GLI ATLETI PRO
Tutte le competizioni sono aperte dai 16 anni di età, qualificanti ai Campionati Europei OCR, che si svolgeranno in Val di Fiemme a giugno 2022.

Inferno Water e Mud 12 km sono invece tappe del Campionato Italiano OCR. Qui i migliori obstacle runner potranno conquistare l’accesso a Europei e Mondiali OCR.

Proprio nell’appuntamento fiorentino verranno incoronati i campioni nazionali, assoluti ed age group, della stagione.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.