Eventi

Il carnevale all’Alpe Cimbra, tra eventi, tradizioni e fiamme!

Non cadono fiocchi di neve ma coriandoli tantissimi per il carnevale all’Alpe Cimbra, tra eventi, tradizioni e fiamme! È’ esplosa la coloratissima tradizionale festa nella Skiarea trentinae la voglia di divertirsi sui 100 km di piste perfettamente innevate, indossando il costume che più si ama.

Da venerdì 21 febbraio a martedì 25 febbraio un ricco calendario di iniziative per intrattenere e divertire i tanti ospiti presenti in località.

Sabato pomeriggio, lungo le vie del centro di Folgaria, la sfilata in costume di Carnevale della Banda Folkloristica di Folgaria. Lunedì dalle 16.30 esploderà l’Aperitivo Bianco con il villaggio della neve, dj set, laboratori per i bambini. Poi la sfilata dello sci storico a cura della Scuola Sci e Snowboard di Folgaria e le magiche coreografie degli sputafuoco e dei costumi a led.

E sulle piste i tanti villaggi con attività di intrattenimento per grandi e piccini.

A salutare i tanti ospiti, la spettacolare fiaccolata organizzata dalla scuola sci e snowboard di Lavarone martedì 25 febbraio alle 17.30 in località Bertoldi.

E dopo il Carnevale ritornano i riti antichi che contraddistinguono la storia millenaria dell’Alpe Cimbra e che sono custoditi e riproposti a Lusérn.


LUSERNA –  VORPRENNEN IN MARTZO- “BRUCIARE IL MARZO” 

Un tempo i bambini di Luserna si recavano nel bosco e raccoglievano giorno per giorno molta legna. Fino a formare delle cataste che venivano poi bruciate nella notte che separava l’ultimo giorno di febbraio dal primo di marzo.

Tutta la gente del paese partecipava all’evento per festeggiare la fine del rigido inverno, cantando e raccontando storie seduti intorno al falò.

Questa antica tradizione è ancora oggi molto viva. Il rito popolare con cui la gente di Lusérn accoglie la bella stagione inizierà sabato 29 febbraio alle ore 17.30. Prima con la raccolta della legna lungo le vie del paese poi con l’accompagnamento musicale dei Palaearlearmusikantn e Krampus. Alle ore 19.00 accensione del falò e a seguire la maccheronata.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.