Eventi

In Val di Fassa in arrivo la Scufoneda

Ormai manca poco, in Val di Fassa è in arrivo la mitica Scufoneda. E tutto è pronto per dare il benvenuto alla colorata invasione dei telemarker e freerider.  Si è arrivati alla XXIII edizione che quest’anno porta con sé il termine “green”.

Una scelta fatta per parole del Presidente degli Scufons, Felice Canclini. “Per rendere tutti ulteriormente consapevoli che con minime azioni e scelte possiamo fare qualcosa d’importante per l’ambiente che ci circonda ed amiamo”.

La Scufoneda aveva già imbastito nella scorsa edizione questa “best practice” riguardo alla modalità di spostamento dei partecipanti. I quali, una volta arrivati utilizzeranno esclusivamente transfer con eco bus e gli impianti di risalita. Questo anche  per raggiungere i luoghi degli eventi, invece che muoversi singolarmente con le autovetture.

Saranno cinque giornate intense, intrise soprattutto di sci a telemark e freeride con vari livelli di itinerari sciistici. Alcuni anche molto impegnativi, fuori dalle piste battute che prevedono l’accompagnamento delle Guide Alpine.

Si parte quest’anno dalla vicina Val di Fiemme, con una giornata sull’Alpe Cermis, il mercoledì. Poi giovedì si risale verso il comprensorio sciistico Belvedere/Sass Pordoi. proprio per soddisfare  anche gli sciatori più insaziabili!

Venerdì tutto dedicato alla Ski Area Alpe Lusia. Il weekend della XXIII Scufoneda sarà concentrato alla Ski Area San Pellegrino, dove verrà realizzato lo Scufons Village.

Lì saranno presenti le aziende sponsor dell’evento con i materiali da testare sia per il telemark che il freeride.

E poi l’igloo dedicato alle ciaspole per affrontare accompagnati, e quest’anno ci saranno anche le e-bike da provare sulla neve, in sintonia con la scelta green dell’evento.

Tra le importanti novità di quest’edizione la partecipazione del brand leader nell’outdoor The North Face che ha scelto la Scufoneda Green. Questo offre la possibilità di testare i nuovissimi capi tecnici prodotti con il materiale innovativo FUTURELIGHT™.

I capi saranno messi alla prova dai partecipanti durante le escursioni più tecniche in fuori pista.

C’è davvero tanta carne al fuoco in questa edizione della Scufoneda che mancando quest’anno la Skieda di Livigno, si attesta come l’evento leader del telemark e del freeride nel panorama nazionale. Fa infatti confluire su Moena e la Val di Fassa centinaia di appassionati italiani e stranieri di queste discipline.

Non mancheranno lo snow yoga, abbinato ogni giorno alla pratica del telemark in pista e la possibilità di imparare da assoluti principianti e gratuitamente la sciata a tallone libero. Naturalmente assistiti gratuitamente dai maestri di sci specializzati della Scuola di Sci Moena Dolomiti.

Insegnamento del telemark e freeride dedicato anche ai ragazzi tutta la settimana dell’evento.

La Scufoneda si definisce quindi ulteriormente come un evento pieno di energia e capacità di rinnovarsi ogni anno, coinvolgendo per questo, sempre in maniera crescente i partecipanti. Oltre a sciare tantissimo, si divertono altrettanto e sono diventati negli anni, un’enorme compagnia internazionale che si da appuntamento ormai da ventitre edizioni, in quel di Moena, a marzo.

TEST MATERIALI abbigliamento ambiente outdoor

Alla Scufoneda sarà testato il nuovo tessuto tecnico FUTURELIGHT™ sviluppato da The North Face. Si utilizzerà l’innovativa tecnologia nanospinning e processi di lavorazione sostenibili FUTURELIGHT™

 

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.