Eventi

Quanta emozione per l’inaugurazione della “Freccia nel Cielo” di Cortina

Quanta emozione per l’inaugurazione della “Freccia nel Cielo” di Cortina avvenuta ieri. Oltre 450 persone sono state testimoni del taglio del nastro ufficiale e della benedizione per la nuova cabinovia che sostituisce il primo tratto della famosa e storica funivia Tofana – Freccia nel Cielo.

“Futuro al vertice”. Questo lo slogan scelto per il grande e atteso evento inaugurale della nuova cabinovia di Tofana – Freccia nel Cielo.

Lo storico impianto di risalita, che da oltre 50 anni rende accessibile una tra le cime più alte delle Dolomiti Patrimonio Unesco, è stato rinnovato in vista di un futuro che vedrà ancora grandi protagonisti per Cortina e il suo territorio.

Le nuove 47 cabine avanzano alla velocità di 6 metri al secondo e sono in grado di portare fino a 1800 persone all’ora.
L’unica cabinovia di Cortina d’Ampezzo, diminuisce al minimo i tempi di attesa.

Risponde inoltre ai moderni standard di comfort, qualità e tecnologia. Favorisce altresì la sostenibilità in termini di mobilità e accessibilità,. Questo grazie anche alla realizzazione della stazione intermedia a Colfiere che accoglierà gli spettatori per la Coppa del Mondo nel 2020.

E ovviamente i Mondiali di sci alpino nel 2021, oltre che per i giochi Olimpici invernali del 2026.

La nuova cabinovia, realizzata da Tofana srl con Leitner e lo studio di progettazione G22 Projects, attraverso un bando pubblico, ha visto il coinvolgimento sinergico di più amministrazioni quali il Commissario di Governo, la Regione Veneto, la Provincia di Belluno e il Comune di Cortina, tutte orientate a garantire gli obiettivi volti ad assicurare il progetto sportivo Cortina 2021.

Anche la stazione di partenza è completamente rinnovata. Si tratta di un progetto architettonico e impiantistico studiato per essere altamente funzionale. E che ben si inserisce nello splendido contesto paesaggistico circostante.

Tantissime le autorità intervenute su invito dell’Ing. Mario Vascellari, Presidente di Tofana 2021 Srl

Quanta emozione per l’inaugurazione

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.