Eventi

“Safety Camp”, i corsi di sicurezza in powder di Mysticfreeride

Per l’undicesimo anno consecutivo, Mysticfreeride organizza “Safety Camp”, i corsi di sicurezza in powder. Il mix Freeride e Sicurezza viene implementato e migliorato. Un progetto che  Mysticfreeride Safety Camp evolve per rispondere alle richieste dei rider in continua progressione. Naturalmente non si parla solo di sci, ma anche di snowboard e telemark. La sicurezza rimane il cuore di ogni camp e il programma viene definito intorno alle esigenze dei rider, per avere la migliore esperienza di freeride possibile.

 

Il Mysticfreeride Safety Camp offre l’opportunità, divertendosi, di acquisire le basi teoriche e pratiche per la prevenzione di incidenti in fuoripista.

Nozioni che possono offrire spunti per organizzare future spedizioni a contatto con la natura con consapevolezza e rispetto.

A seconda del proprio livello tecnico e ai propri obiettivi sono stati studiati i seguenti tre appuntamenti.

Le date sono “aperte”, cioè viene definito come già avviene nel surf, una finestra di tempo (chiamato “Waiting Period”) entro il quale viene confermato il Camp di due giorni, durante il fine settimana. Le variabili sono meteo, innevamento e sicurezza.

Il punto dove tutto ha avuto inizio nel 2009 con il primo Mysticfreeride Safety Camp. La montagna più eccitante dell’Engadina, il Corvatsch (3303 m), accolse anche una tappa del Freeride World Tour. Su questo terreno, caratterizzato ampissime aree di fuoripista facilmente accessibili con gli impianti, a Gennaio si svolgerà il primo Mysticfreeride Safety Camp.

Per due giorni di Freeride, le Guide Alpine MMove ed i rider di Mysticfreeride saranno a disposizione. Si scierà, tanto, mentre si parlerà di prevenzione, attrezzatura, tecnica. Si svolgeranno simulazioni di ricerca e soccorso ma soprattutto si imparerà sul campo a muoversi in sicurezza in gruppo.

Le discese sono tutte servite da impianti, gli ingressi degli itinerari sono accessibili con brevi trasferimenti a piedi e/o con le pelli, a seconda dell’innevamento e della sicurezza. Non è richiesta alcuna esperienza specifica, bensì una tecnica di sciata acquisita in ogni condizione di neve. Consigliato per buoni sciatori anche se neofiti del fuoripista o per gli amanti delle lunghe discese di freeride.

Mysticfreride Safey Camp 2.0 (corso di Freeride Alpinistico)

Si alza la quota e anche l’asticella della difficoltà tecnica. Impariamo l’uso di pelli, corde, imbraghi, sicure per allargare il terreno di gioco. Le gite saranno programmate in rapporto ad innevamento, meteo e sicurezza su un terreno di alta montagna. Sono servite da impianti e l’avvicinamento prevede l’uso di pelli per medie distanze.

Sarà fatta specifica formazione per affrontare un’ascesa con le pelli o ramponi e la sicurezza in discesa con corde e imbraghi, nonché tecniche di sciata sul ripido. E’ necessario avere già nozioni base di sicurezza ed esperienza di un corso di freeride.

Itinerari previsti: Diavolo, Dito, Busazza

Mysticfreeride Safety Base Camp: Vi condurremo alla massima esperienza di Freeride: il Campo Base. Due giorni di freeride concatenati da una notte in tenda. Imparerete a gestirvi e mettervi in sicurezza per passare una notte in quota. La mattina seguente affronteremo la montagna nelle sue ore d’oro per godere la più completa esperienza di freeride! Tutto il materiale per la notte è noleggiabile secondo necessità.

 

 

 

IL CALENDARIO

Mysticfreeride Safety Camp: WAITING PERIOD
11/12 Gennaio – 25/26 Gennaio 2020 – Engadina Silvaplana Corvatsch

Mysticfreride Safey Camp 2.0: WAITING PERDIOD
8/9 Febbraio – 22/23 Febbraio 2020 – Passo del Tonale.

Mysticfreeride Safety Base Camp:
4/5 Aprile – Località in fase di definizione

Per maggiori informazioni ed iscrizioni: www.mysticfreeride.com

E.mail: gianandrea@mysticfreeride.com

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.