Gare

Alexander Prast sul podio anche nel superG di Sella Nevea

L’Azzurrino Alexander Prast, in coppa Europa sta viaggiando come un treno e anche nel superG di Sella Nevea è salito sul terzo gradino del podio. Nei due precedenti disputati a Zinal, in Svizzera, uno lo aveva vinto, l’altro lo concluse come oggi, in terza piazza.

La vittoria è andata all’austriaco Raphael Haaser. Un successo netto se consideriamo che ha chiuso 86/100 prima di Alexander e 69/100 prima del norvegese Atle Lie McGrath.

Il vincitore austriaco Raphael Haaser

Gara assolutamente positiva anche per Guglielmo Bosca che ha aperto la gara con l’1. Il piemontese di Canelli è arrivato sesto a +1″23, appena dietro all’austriaco Julian Schietter, 1 centesimo alle spalle di Prast e al francese Matthieu Faivre! Il francese non era l’unico big di Coppa del Mondo presente qui. In pista anche Luca De Aliprandini, Stefano Luitz, Cyprien Sarrazyn. Ma non hanno lasciato un segno così indelebile.

Questo è accaduto sulla mitica Canin, pista davvero tosta, come d’altra parte già si immaginava. Lucida e scintillante con molti tratti in ombra, dunque un ottimo test anche per le probabili prossime convocazioni in Coppa del Mondo.

Tra gli altri Azzurri in gara, notevole il 13esimo posto del giovanissimo Giovanni Franzoni, squadra C, sceso col pettorale numero 69. È stato l’unico atleta con un pettorale così alto a fare il tempo: +1″82.

19esimo tempo per Nicolò Molteni (+2″22), appena dietro a Luca De Aliprandini, 27esimo Pietro Zazzi (+2″52).
Federico Paini e Henri Battilani hanno fatto segnare  lo stesso tempo, +3″11.

Alexander Prast, grazie anche al quinto posto ottenuto a dicembre a Santa Caterina, è saldamente in testa alla classifica di superG.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.