Gare

Alle 10:00 il gigante maschile a Bansko

Luca De Aliprandini torna in pista questa mattina alle 10:00 per il primo gigante a Bansko, Bulgaria. La medaglia d’argento di Cortina  chiamato a una bellissima verifica, come a dire, una sfida nella sfida.

Capire cioè se le medaglie iridate ti sanno dare quella consapevolezza di essere uno dei top player della specialità che forse hai sempre avuto ma mai dimostrato fino in fondo.

Per vedere la sua prima discesa bisognerà attendere il pettorale numero 14, mentre sarà Marco Odermatt ad aprire la manche. proprio uno dei più delusi del gigante mondiale non portato a termine.

E subito dopo l’eroe di Cortina Mathieu Faivre, un altro atleta che si è mangiato dita e gomiti per aver perduto una medaglia quasi certa: Alexis Pinturault, disgraziatamente uscito alla sesta porta della seconda manche. Poi, viv, via, tutti i migliori fino alla nostra punta di diamante, preceduto da Marco Schwarz.

Le nostre altre carte da giocare si chiamano Riccardo Tonetti e Giovanni Borsotti, rispettivamente pettorale 21 e 22.

Quindi il capitano Manfred Moelgg col 33, Roberto Nani 35, Alex Hofer 37, Hannes Zingerle 41 e il giovanissimo Filippo Della Vite 44. È stato dato un turno di riposo a Giovanni Franzoni per ristabilirsi dal dolore alla schiena accusato a Cortina in seguito a una brutta caduta capitata in una discesa di Coppa Europa.

Tra poco sarà protagonista, assieme all’inseparabile amico Filippo a Bendotti e a Saccardi ai Mondiali Junior.

L’ultima volta a Bansko fu nel 2019 quando si impose Henrik Kristoffersen (oggi nr 4) davanti a Marcel Hirscher e a Thomas Fanara. Il migliore dei nostri fu Riccardo Tonetti, 14esimo, seguito da De Aliprandini 17esimo.

La seconda manche è prevista alle 13:00 con diretta Rai Sport ed Eurosport a partire dalle 10:00. Alle 10:00 il gigante

L’ordine di partenza

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.