Gare

Alle slovene la prima Fis di Folgaria. Ghisalberti prima Giovane

Dominio delle atlete slovene nella prima Fis di Folgaria che hanno monopolizzato l’intero podio. Nel gigante trionfa Tina Robnik che per soli 10 centesimi ha la meglio sulla connazionale Ana Bucik, mentre a 16 centesimi troviamo Meta Hrovat.

Nella categoria Giovani l’italiana Ilaria Ghisalberti si prende la medaglia d’oro. Seconda la svizzera Lara Baumann, quindi una grande Giulia Di Francesco, atleta aquilana che si allena con lo S.C.Monti Lussari ed è stata recentemente aggregata alla nazionale C.

Nella categoria aspiranti podio azzurro con Sophie Mathiou, Lucia Pizzato e Annette Belfrond. Ma andiamo a sviluppare i fotogrammi di una gara che nella prima manche è stata sospesa ben quattro volte.

Una coltre intensa di nebbia, infatti, fin dalle prime ore del mattino, ha coperto la pista Salizzona di Fondo Grande, mettendo in serio pericolo lo svolgimento della manifestazione. Una nebbia strana che andava e veniva come le navi in un porto. Poi verso mezzogiorno si è diradata ed ha permesso agli organizzatori di portare a termine l’evento.

Gli applausi più sinceri vanno ad incoraggiare l’azzurra comasca Luisa Bertani (già protagonista in Coppa Europa nella scorsa stagione) che si colloca al quarto posto assoluto, disputando una seconda manche all’attacco dall’inizio alla fine.

L’azzurra è passata infatti dal decimo posto al quarto, dimostrando di avere nelle gambe, e nel cuore la capacità di reggere il confronto con le tre atlete slovene (tutte di coppa del mondo) che l’hanno preceduta.

Buona anche la prova di Ilaria Ghisalberti (GS Fiamme G.) che si colloca in sesta posizione subito dopo l’austriaca Julia Eder e prima della svizzera Baumann.

Applausi a non finire per il nono posto di Giulia Di Francesco. Sorprendente la performance della trentina Beatrice Sola partita con il pettorale 109 si colloca in 39° posizione, non dimentichiamo che la portacolori del Falconieri ha solo sedici anni essendo nata nel 2003. Prestazione da incorniciare nonostante le bizze del tempo ed una pista che in determinati punti era scalettata.

Sono uscite anzitempo nella prima prova Giulia Peterlini e Francesca Fanti.
Il commento più bello viene dall’organizzazione della kermesse, lo Ski Team Alpe Cimbra, che ha allestito un palcoscenico degno di una Coppa Europa. E la pista?  Perfettamente innevata e tirata a cazzuola rovescia dai gattisti della FolgariaSki in particolare da Gianni Pedergnana.

Domani si replica sempre sulla Salizzona: La gara sarà ancora una Fis Ladies’ Giant Slalom.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.