Gare

Be Famous: Andrea Craievich, la ragazza senza emoticon

Secondo Be Famous della stagione (qui il primo), dedicato ad Andrea Craievich, la ragazza senza Emoticom (guardate il video e capirete).
Daniela Pallotta, Sindaco di Duino Aurisina, piccolo paese di 9 mila abitanti a nord di Trieste, l’ha convocata dinnanzi alla Giunta e al Consiglio per consegnarle un premio ed esprimere tutta la sua stima. Andrea Craievich è infatti la prima sciatrice triestina della storia a entrare nel Gruppo della Polizia di Stato.

Da lì la convocazione nel gruppo degli Osservati della Fisi (specialità tecniche) per il secondo anno consecutivo. Per questo l’abbiamo incontrata al raduno atletico di Formia a fine luglio, pronta per essere “rapita” dalle nostre telecamere del Be Famous

Notizia che ha riempito di orgoglio il Presidente  dello Sci Club 70, società presieduta da Roberto Andreassich, dove Andrea è cresciuta. “La conferma dell’inserimento di Andrea in questa lista ci rende orgogliosi e consci del buon lavoro svolto sin qui dai nostri tecnici e tesserati. Ci rende altresì ancor più consapevoli che la strada imboccata anni fa, con il progetto “Scia con il Settanta” dedicato ai giovanissimi, é quella giusta“.

Queste le parole del presidente che sarà ulteriormente impazzito quando ha visto la classifica della sua pupilla nella combinata dei Campionati Italiani Assoluti disputati a San Pellegrino. Un incredibile ottavo posto nella gara vonta da Marta Bassino.

Davanti alla telecamera, in un contesto sicuramento inusuale per l’atleta giuliana, Andrea, che ha appena 19 anni, è riuscita a togliersi dagli impicci come probabilmente supera i passaggi più ostici del gigante. Una ragazza con tale temperamento non può che essere sulla buona strada.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.