Gare

Biathlon, fantastico Lukas Hofer che finalmente ritrova il podio

Biathlon, fantastico Lukas Hofer che finalmente ritrova il podio
Lukas Hofer conquista finalmente il meritato primo podio di stagione nella sprint d’apertura della seconda settimana di Coppa del mondo a Nove Mesto.

Un premio per la continuità che ha contraddistinto l’azzurro di San Lorenzo di Sebato per tutta la stagione e che però rappresenta il primo centro individuale per lui.

La gara di Hofer è stata estremamente regolare, senza errori né al primo né al secondo poligono e con la consueta rapidità sugli sci.

Hofer è sempre rimasto nel gruppo di testa, vedendo saltare ai poligoni alcuni avversari di grande calibro, come il norvegese Laegreid, il tedesco Doll e il francese Guigonnat.

Alla fine la vittoria è andata all’altro francese Quentin Fillon Maillet, anch’egli senza errori, con il tempo di 22’07″2, davanti al norvegese Tarjei Boe, senza errori, staccato di 11″3.

Hofer, al terzo posto, ha accusato 14″8 di svantaggio.

Gli altri azzurri al via si sono comunque qualificati per la pursuit in programma sabato: Dominik Windisch con il 28/o posto a 1’16″9 con un errore, Thomas Bormolini al 39/o posto con 1’44″9 di svantaggio e un errore, Didier Bionaz al 52/o posto con 1’57″3 di ritardo e un errore e Tommaso Giacomel al 55/o posto con due errori e un ritardo di 1’58″6. Biathlon fantastico Lukas Hofer

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.