Gare

Bode Miller accende l’AlpeCimbra Fis Children Cup

Centinaia di ragazzini in delirio perché Bode Miller si presenta sul palco e accende l’AlpeCimbra Fis Children Cup! Il grandissimo campione americano ha fatto impazzire centinaia di persone. In prima fila, naturalmente i 261 atleti in rappresentanza delle 38 nazioni presenti. Tutte le autorità politiche e sportive hanno voluto dare il solo saluto e soprattutto un grande in bocca al lupo a chi in questi due giorni scenderà in pista.

E Bode si è rivolto così al futuro dello sci: “Non ho mai partecipato all’allora Trofeo Topolino, perché nella East Cost, dove abitavo, non prendevamo parte alle selezioni per questo evento.

Mai avuto gloria nemmeno ai Mondiali junior, nei quali invece non sono mai riuscito a qualificarmi, perché da piccolino cadevo spesso e inforcavo. Un po’ come successe negli anni successivi in Coppa del Mondo.

La competizione comunque la conosco bene, perché fra atleti si parla del proprio percorso giovanile e tanti compagni di gare mi raccontavano di aver preso parte all’evento. Guardando l’albo d’oro, si notano subito nomi di livello assoluto.

In tanti sport negli Stati Uniti c’è tanta pressione sui ragazzi, forse un po’ meno nello sci. Il lato positivo sta nel fatto che i ragazzi acquisiscono in fretta capacità tecniche e mentali. Ma il rovescio della medaglia è che non possono provare altri sport, godendosi i momenti della gioventù. Subendo anche tanta pressione da genitori e coach. Ritengo che seguire un percorso multidisciplinare, da piccoli, serve per la formazione fisica e mentale“.

Poi l’ultimo messaggio: «Amate quello che fate e mantenete sempre tanta passione per lo sci, gareggiando con spirito competitivo ma senza scoraggiarvi. Il cammino per entrare in Coppa del Mondo è lungo.

E non è detto che chi vince questa gara giovanile automaticamente diventi un campione. Anzi spesso accade l’inverso».

Angelo Dalpez, vice presidente Fisi

Il programma prevede domattina 31 gennaio, lo slalom gigante per la categoria Ragazzi (Under 14) e lo slalom per la categoria Allievi (Under 16). Al contrario sabato 1 febbraio ai Ragazzi toccherà il giganti e agli allievi lo slalom.

I ragazzi correranno sulla pista Agonistica mentre i più grandi sulla impegnativa Martinelli Nord. Nel tardo pomeriggio di sabato la premiazione in piazza San Lorenzo.

Intanto oggi si è disputato il Team Event

Dopo il dominio della Finlandia nelle due precedenti edizioni è stata la compagine austriaca composta dai due atleti con un cognome importante come Paul Wagner, Florian Strauss, da Viktoria Burgler e da Angelina Salzgeber, figlia dei due campioni Anita Wachter e Rainer Salzgeber.

La squadra italiana A era composta da Francesca Carolli (Sai Napoli), Maria Sole Antonini (Sci Club Varallo), dal piemontese Fabio Allasina e dal gardenese Marc Comploj. La formazione B invece da Ambra Pomarè (Sci Club Cortina), Alessandro Bertagnolli (Sci Club Trichiana), dalla gardenese Sara Thaler e dall’atleta di casa Tommaso Speri (Sc Città di Rovereto).

L’Italia ha comunque da sorridere visto che le due squadre B e A si sono messe al collo le medaglie d’argento e di bronzo.

Le 38 nazioni presenti
EUROPA: Albania, Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Finlandia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia del Nord, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria
ASIA: Cipro, Giappone, Taipei Cinese, Malaysia
AMERICA: Argentina, Cile, Stati Uniti
OCEANIA: Australia, Nuova Zelanda

Si ringrazia Mauro Bonvecchio (Pegasomedia)

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.