Gare

Coppa Fondo, prima rinuncia Pellegrino, poi Quebec city!

Finisce anche la Coppa del mondo di Fondo, dove, in attesa delle finali, prima rinuncia Pellegrino, poi Quebec city!
Per noi, ornai da tempo più coinvolti di altri paesi, è difficile da comprendere, ma la stazione canadese voleva fare le finali. Poi, quando ha visto che gli atleti di Norvegia, Svezia, Finlandia, Repubblica Ceca, Gran Bretagna e Germania e quello di Pellegrino oggi. E quelli prossimi allo stesso annuncio di Francia, Stati Uniti e persino del Canada, il comitato organizzatore ha alzato bandiera bianca. Anche perché di atleti ne rimanevano ben pochi

Per quanto riguarda Pellegrino, la Federazione Italiana Sport Invernali aveva comunicato alla Federazione Internazionale dello Sci la rinuncia dell’atleta valdostano. Che sarebbe stato impegnato nelle due gare sprint (una in tecnica classica, una in tecnica libera) in programma sabato 14 e domenica 15 marzo a Quebec City, in Canada.

Dopo le già citate rinunce il comitato organizzatore ha comunicato la cancellazione ufficiale dell’evento. Dopo che nei giorni scorsi erano state cancellate la sprint in Minneapolis in programma martedì 17 marzo e le finali di Canmore dal 20 al 22 marzo.

La Coppa del mondo è stata vinta dal russo Alexander Bolshunov con 2221 punti. Al secondo posto il norvegese re delle sprint, Johannes Klaebo, (1726 punti) e al terzo il connazionale Paal Golberg (1.311). Il migliore dei nostri è ovviamente Pellegrino, 16esimo con 440 punti, ma quarto nella specialità sprint, a un solo punto dal terzo posto occupato da Golberg.

In campo femminile dominio assoluto della 31enne norvegese Therese Johaug, che con 2.508 punti ha preceduto la connazionale Heidi Weng con 1.697 punti. Terza la russa Natalia Nepryaeva con 1.356 punti. 48esima Anna Comarella e 50°  Greta Laurent

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.