Gare

Coppa Italia Master, Acquaroni prevale a Campo Felice

Tappa di Coppa Italia Master a Campo Felice per il trofeo Giano-Sport Incontro Roma, dove prevale Andrea Acquaroni.

La fortuna aiuta gli audaci e, aggiungerei io, i capaci. Non era facile, sotto una fitta nevicata, portare a termine una gara con 118 atleti in partenza.

L’Aliski c’è brillantemente riuscito e si è anche portato in sede la vittoria di club, ma partiamo dai migliori.

Assoluto di pista Andrea Acquaroni, (nella foto di copertina) sci Club EUR, Gruppo B seguito, come assoluti, da Jacopo Kock e Giorgio Ferri, entrambi dello Sci Club C Zero6.

Per quanto riguarda i migliori di Gruppo, iniziamo dalle donne dove la migliore è stata Raffaella Ghirarduzzi, Simas Sci Manager Sciatori, quasi un secondo davanti a Elisabetta Mazzoli, Sci Club Spoleto e, terzo tempo, Virginia Garrafa, Sci Club Avvocati Romani.

Di tre regioni diverse i primi tre del Gruppo C; miglior tempo per Giuliano Geli, Sci Club Senigallia, secondo Massimo Ferraro, Sci Club Napoli e, terzo, Antonino Bartolomeo, Aliski Racing Team.

I primi tre del Gruppo B gli abbiamo già citati perché corrispondono ai primi tre assoluti, passiamo ai migliori del Gruppo A, dove il primo è Pierandrea Reale, Sci Club 18, già vincitore nel 2018, allora nel gruppo Giovani e Senior.

Secondo tempo per Dario Spanu, Aliski Racing Team e terzo Leonardo Belli, Sci Club Le Aquile. Netta la vittoria dello sci club organizzatore, con 2650 punti, l’Aliski Racing Team è risultata la prima Società, seguita dallo Sci Club CZero6, con 1453 punti e, al terzo posto lo sci club locale, il Campo Felice, con 1441.

Questa è stata la prima delle gare di qualificazione alla Coppa Italia Master degli atleti delle regioni del centro sud, ne mancano ancora per sapere con quanti punti si presenteranno alla finale di Pampeago, sarà mia cura tenervi aggiornati. Quella che segue è la tabella completa dei podi di categoria. Coppa Italia Master Acquaroni

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.