Gare

Discesa Coppa Europa, l’Azzurra più veloce è ancora Cillara Rossi

Nella Discesa di Coppa Europa, disputata oggi a Pila, l’Azzurra più veloce è ancora una volta Valentina Cillara Rossi. La vittoria è andata all’elvetica Rahel Kopp che si è imposta, nella formula a due manches, con netta superiorità. Al secondo posto, infatti, si è classificata Ani Monica Caill, a 1″48. Tanto basta per far sventolare la bandiera romena, evento assai raro nello sci. Al terzo posto la francese Esther Paslier che ha chiuso con un gap di 1″65.

L’italiana più performante della giornata è risultata Valentina Cillara Rossi, nona a 2″20, seguita da Carlotta Da Canal dodicesima a 2″67 e Sofia Pizzato tredicesima a 2″69.

Nelle venti anche per Jole Galli, diciottesima a 3″60, punti anche per Nadis Fenini ventunesima, Ginevra Maria Berta ventiduesima, Valentina Savorgnani ventiquattresima, Elena Dolmen venticinquesima e Amelia Rigatti di Grazia ventisettesima.

La classifica generale del circuito vede in testa l’austriaca Nadine Fest con 548 punti contro i 518 di Jessica Hilzinger e i 432 dei Sara Rask.

Marta Rossetti è settima con 328 e Valentina Cillara Rossi ottava con 311. Il prossimo appuntamento con il circuito è fissato dal 14 al 16 febbraio con due discese e un supergigante.

Ordine d’arrivo DH femminile Coppa Europa Pila (Ita)
Discesa Coppa Europa l’azzurra

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.