Gare

Domani lo slalom di Zagabria, alias Snow Queen Trophy

Domani alle 13 via alla prima manche del quarto slalom della stagione sulla Collina Sljeme alle porte di Zagabria, gara denominata Snow Queen Trophy. Un appuntamento molto sentito da queste parti, al via del quale (prima manche ore 13, seconda alle 16.15 con diretta tv su Raisport ed Eurosport) prenderanno parte sette azzurre.

Si tratta di Irene Curtoni, Lara Della Mea, Marta Rossetti, Roberta Midali, Anita Gulli, Martina Peterlini e Vivien Insam. Le atlete non hanno potuto effettuare la consueta sciata in pista della vigilia, essendo la gara stata in dubbio fino a pochi fa a causa della scarsa quantità di neve. Tuttavia le temperature che si sono abbassate in queste ore hanno consentito agli organizzatori di barrare il tracciato.

Curtoni è, fra le iscritte, quella con il maggior numero di presenze, ben dieci, la prima risalente al 2008. Il suo miglior piazzamento è un quattordicesimo arrivato sia nel 2012 che l’anno passato. “Stiamo entrando nella fase più calda della stagione – spiega la 35enne valtellinese -, con tre slalom consecutivi. Si parte da una pista che non mi ha mai regalato grandi soddisfazioni, che tuttavia mi piace abbastanza. Mi concentrerò negli ultimi tre mesi di attività solamente fra i pali stretti, sono ancora convinta di potere togliermi delle soddisfazioni perchè non mi accontento di rimanere nelle quindici. Sto sciando a tratti molto bene, in altri invece di spingere verso il basso, spingo lateralmente e non creo velocità“.

L’anno scorso stra vinse Mikaela Shiffrin con 1″4 su Petra Vlhova e 1″75 su Wendy Holdner. La migliore Azzurra fu Chiara Costazza, nona.
Vi fu anche il debutto in Coppa del Mondo di due Azzurrine, Marta Rossetti (nella foto) e Anita Gulli. Marta rimase esclusa dalle top 30 per un erroraccio in una porta in vista del traguardo, quando avrebbe certamente meritato la qualifica.

All’ultimo intermedio aveva fatto segnare il 23esimo tempo pur partendo col 60 su 65 iscritte. Alla fine il suo tempo si fermò a meno di un secondo dalla trentesima posizione. Anita Gulli stava andando ancora meglio di Marta, ma a sei porte dall’arrivo comincio ad arretrare fino a non riuscire a prendere proprio l’ultimo rapid gates!
Quest’anno le due giovani slalomiste saranno ancora in partenza. Ci riproveranno!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.